Donne e Giustizia: 'Rimuovere gli ostacoli che impediscono una reale emancipazione e uguaglianza'

donne generico 07/03/2016 - Ogni anno durante le giornate istituzionali dell’8 marzo e del 25 novembre, i riflettori si accendono su questioni che riguardano i diritti delle donne, ma passate quelle date, poche idee si concretizzano in azioni e progetti a sostegno delle donne.

È il frutto di una politica di facciata che oggi predomina.

Eppure la storia ci insegna che nei periodi di maggiore emancipazione della donna c'è stato, di pari passo, uno sviluppo progressista di tutta la società.

Partendo da queste riflessioni, le Associazioni  della Provincia di Ancona che sono a fianco delle donne vittime di violenza, colgono l'occasione della Giornata internazione della donna, per sottolineare come sia necessario un cambiamento culturale e sociale, che tenga conto delle reali esigenze delle donne, con particolare attenzione a quelle che subiscono violenza all’interno di rapporti di prossimità (da partner o ex partner) e che vivono in una situazione di maggiore vulnerabilità.

Per produrre il cambiamento che noi auspichiamo, occorre acquisire la consapevolezza che la crisi economica, che da anni stiamo attraversando, è pagata a caro prezzo dalle donne, a causa dell'inadeguatezza e arretratezza del nostro welfare.

I tagli al sociale e l'incapacità della politica di ridisegnare un welfare che vada oltre la crisi, sono ostacoli che compromettono fortemente i diritti delle donne.

Vorremmo allora che si discutesse, ad esempio, di reddito minimo garantito o si valorizzassero esperienze di sharing economy, così da garantire alle donne una reale emancipazione e una maggiore libertà di scelta.

Su queste tematiche invitiamo gli enti istituzionali a riflettere e a porre in essere politiche di genere.

Da parte nostra ci impegniamo a stimolare un dibattito che possa mettere insieme proposte e buone prassi, facendoci promotrici, nei prossimi mesi, di un convegno che affronti queste tematiche.

                                                          
- Centro Antiviolenza Provinciale “Donne e Giustizia”, Ancona
- Sportello antiviolenza “Dalla parte delle Donne”, Senigallia
- Sportello antiviolenza “Casa delle donne” , Jesi
- Sportello antiviolenza “Artemisia”, Fabriano


da Myriam Fugaro
Presidente Associazione “Donne e Giustizia Onlus”
Ancona




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-03-2016 alle 16:54 sul giornale del 08 marzo 2016 - 638 letture

In questo articolo si parla di attualità, donne, ancona, associazione, presidente, myriam fugaro, Donne e Giustizia Onlus

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/auyq





logoEV