Devono scontare una pena per traffico di droga, due sorelle arrestate a Senigallia e Trecastelli

carabinieri di senigallia 05/03/2016 - Due sorelle albanesi, rispettivamente di 42 e 39 anni residenti a Senigallia e Trecastelli, sono state arrestate dai carabinieri della Compagnia di Senigallia in esecuzione ad ordini di carcerazione emessi dalla Corte di Appello di Ancona.

Le due donne, ritenute responsabili di appartenere ad un’associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti e di una serie di reati legati alla detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, commessi dal maggio 2003 al giugno 2004 nelle province di Ancona, Pesaro e Milano, a febbraio 2006 erano state sottoposte a custodia cautelare in carcere.

Dopo sette mesi di custodia cautelare, erano state rimesse in libertà. Al termine del processo, poi, erano state condannate con sentenza irrevocabile alla pena di 6 anni di reclusione. Tuttavia, detratto il periodo di carcerazione presofferto in via cautelare ed applicato l’indulto previsto dalla legge del 2006, la pena è stata rideterminata in 2 anni e 5 mesi di reclusione.

Pertanto, rintracciate dai militari delle stazioni di Senigallia e Trecastelli, dovendo espiare la pena residua di 2 anni e 5 mesi di reclusione, le due donne sono state accompagnate nella Casa Circondariale di Pesaro ‘Villa Fastiggi’.





Questo è un articolo pubblicato il 05-03-2016 alle 17:07 sul giornale del 07 marzo 2016 - 2087 letture

In questo articolo si parla di cronaca, senigallia, Sudani Alice Scarpini, carabinieri di senigallia, traffico di droga, trecastelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/auuQ





logoEV