Karim a Kobane: la Procura investiga sul rischio di infiltrazioni dell'Isis in Italia a seguito del tragitto del giovane

Karim Franceschi, lotta all'Isis 03/03/2016 - Le dichiarazioni rese da Karim Franceschi combattente volontario a Kobane contro l'Isis, sono finite nel mirino dell'Antiterrorismo.

La Direzione distrettuale antimafia e antiterrorismo di Ancona ha infatti aperto un fascicolo sulle dichiarazioni rese da Karim, in più occasioni, sia alla stampa che in vari incontri tenuti in giro per l'Italia dopo il suo rientro. Franceschi, 27 anni, redisente a Senigallia, figlio di padre italiano e madre marocchina, nel gennaio 2015 partì alla volta di Koban per unirsi come volontario alle Forze di Difesa del Popolo. Quin Karim ha imbracciato le armi per tre mesi.

Tornato a casa ha raccontato, in varie circostanze, la sue esperienza omettendo particolari "non riferibili". Tra questi il modo in cui è riuscito a raggiungere Kobane. La Procura vuole ora chiarire questi aspetti per capire se ci sia rischio di infiltrazioni dell'Isis nel nostro Paese. Lo stesso percorso compiuto da Karim per entrare a Koban infatti potrebbe essere fatto al contrario dai terroristi dell'Isis. Per la Procura "l'interesse investigativo" sta nel capire anche come Karim sia riuscito ad arruolarsi nelle file di curdi, nel verificare la veridicità delle sue dichiarazioni e nel verificare eventuali pericoli di infiltrazioni terroristiche in Italia.





Questo è un articolo pubblicato il 03-03-2016 alle 10:59 sul giornale del 04 marzo 2016 - 3901 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli, articolo, karim franceschi, lotta all'Isis

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aunW


garbini m.luisa S.610

03 marzo, 13:05
Finalmente qualche autorevole (?) autorità comincia a interessarsi di questo ripetente MITICO combattente-ANTIisis a "tempo determinato"! Così avrà ancora più visibilità e il suo libro arriverà alla quarta ristampa, bravissimi-media. s610

Sei uno zero, appropriatissimo come nick name.

garbini m.luisa S.610

04 marzo, 10:00
Quanto onore il commento da un UTENTE-compagnone-VIP per un suddito-610 !!!!!!!!
Non dà retta ai compagnUCCI di opacizzarmi su monnezza, alluvione, borgo torri e ......... s.n.d.

Che commento borghese della signora maria luisa.

Cosa le importa se Karim è ripetente? Mi sembrano tanto quei commenti da comari o zitelle inacidite in cui le persone vengono giudicate per l'apparenza anzichè le azioni.

Karim ha dimostrato coraggio da leone buttandosi, consapevolmente, nella guerra.

Dileggiare tale comportamento usando la "proiezione psicologica" (ovvero quello che farebbe maria luisa se avesse avuto il suo comportamento) indica stupidità e rozzezza di opinione.

Criticare gli altri pensando "di saper tutto" valutando le azioni degli altri (come fossero proprie) è tipico dei provinciali:
E' ripetente? dunque è nullafacente.
Va a combatere l'isis? lo fa per visibilità.
La procura indaga sui "percorsi per arrivare a kobane"? è sospetto.

Ecco l'esempio della demenza tipica senigalliese borghesuccia provinciale, sapete tutto senza sapere nulla.

Bravi.

Forza Karim.

La Procura, magari non quella dorica, dovrebbe effettuare dei controlli sui chi e come vende armi italiani a paesi in guerra e non democratici del medio oriente ed invece vuole chiarezza da parte di un giovane che ha rischiato la vita per veramente difendere la libertà contro l'ISIS.
Assurdo.

definisca "S.610" a noi poveri "compagnoni"(in questo caso non sono VIP, va bene lo stesso?),

garbini m.luisa S.610

04 marzo, 20:15
Ripetente (forse deboluccio anche a scuola?) in quanto per un tempo "determinato" di 3 mesi era eroico guerriero, poi tornava a far(si) scrivere un libro e a riprendersi dal durissimo addestramento di 4 giorni.
Francois-Marie Arouet a voi utenti VIP vi avrebbe risposto: “viene voglia di camminare a quattro zampe, quando vi si legge. Tuttavia, dal momento che ho perduto questa abitudine da più di sessant’anni, sento che mi è purtroppo impossibile riprenderla”

garbini m.luisa S.610

05 marzo, 10:26
Ripetente (forse deboluccio anche a scuola?) in quanto per un tempo "determinato" di 3 mesi era eroico guerriero, poi tornava a far(si) scrivere un libro e a riprendersi dal durissimo addestramento di 4 giorni.
Francois-Marie Arouet a voi utenti VIP vi avrebbe risposto: “viene voglia di camminare a quattro zampe, quando vi si legge. Tuttavia, dal momento che ho perduto questa abitudine da più di sessant’anni, sento che mi è purtroppo impossibile riprenderla”.

Ophuls e Malik a Hollywood si stanno contendendo a colpi di milioni di dollari i diritti x il libro “il combattente” !!!!!!!!!!!!!!!!!!!! s.n.d.