FameLab: tornano ad Ancona le selezioni per il talent show scientifico. Ad annunciarlo anche il senigalliese Mattia Crivellini

03/03/2016 - Avere la capacità di spiegare la scienza anche ai non addetti ai lavori ed in soli tre minuti. Sono queste le caratteristiche generali per i candidati ricercatori (anche privati), studenti e dottorandi. Torna infatti nelle Marche all'Univpm, ad Ancona, il talent show della scienza, Famelab 2016.

Spiegare le onde gravitazionali con il lardo di colonnata e in una manciata di minuti di lettura. E' stato un post su Facebook, poi diventato virale, a provocare l'ondata di apprezzamento verso l'astrofisico Luca Perri vincitore della scorsa edizione di FameLab nelle Marche (la performance video a FameLab 2015). Un successo in poche ore sui social ed un tam tam mediatico notevole per il ricercatore. 22 mila like e 14.524 condivisioni ad oggi. E' questo sicuramente l'approccio vincente per chi della scienza vuole comunicarla veramente a tutti. Ma non basta. Il candidato perfetto dovrà avere "un inglese molto forte ed un background scientifico" ha specificato il neo responsabile nazionale di FameLab e organizzatore di Fosforo Mattia Crivellini senigalliese di origini.

La competizione internazionale per giovani ricercatori scientifici con il talento della comunicazione (max 40 anni) torna in sette città italiane. Tra queste anche il Capoluogo dorico. Dopo Torino e Trieste sarà la volta di Ancona il prossimo 10 marzo alle 9.30 al Contamination Lab di Montedago presso il polo dell'Università Politecnica. E' qui che i candidati affronteranno le selezioni locali da una prima scrematura di 8 persone fino ad arrivare a due. Il primo ed il secondo classificato per le Marche, come in ogni selezione locale, accederanno così alla finale nazionale che si svolgerà a Roma il prossimo 26 aprile 2016, presso la sede dell'ASI (Agenzia Spaziale Italiana). Data, quest'ultima, ancora da confermare per la possibile presenza all'evento romano del Ministro dell'Istruzione e Ricerca Stefania Giannini.


A sostenere l'iniziativa l'assemblea legislativa delle Marche, che quest'anno pare porterà il suo appoggio anche a Fosforo. Presente infatti il presidente Antonio Mastrovincenzo che ha sottolineato come l'evento apporti un bel connubio tra giovani, ricerca e scienza. Punto fermo per il rettore Sauro Longhi rimane il Contamination Lab di Montedago, un laboratorio di idee che creerà gli imprenditori del futuro. (vedi l'intervista video sotto ndr)

La nuova Giuria locale porta nomi come il professor Cinti per l'ambito medico, il professor Amodio per l'ingegneria. Mentre per la comunicazione interverrano Silvio Cardinali e Chiara Principi. Saranno loro a selezionare i due fortunati che parteciperanno oltre alle selezioni nazionali anche ad un masterclass gratuito a Perugia, in concomitanza del Festival del Giornalismo, con Quentin Cooper noto presentatore radiofonico della BBC in ambito scientifico.

Chissà, dunque, se quest'anno (la migliore prestazione marchigiana è arrivata alla semifinale nazionale nel 2014) qualche giovane marchigiano vorrà stupirci portando le Marche a livelli mondiali tra altri 28 paesi a Cheltenham nel Regno Unito, dove si disputerà al Science Festival la selezione internazionale dei famelabber.

Tutte le informazioni sono disponibili su www.famelab-italy.it







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-03-2016 alle 16:04 sul giornale del 04 marzo 2016 - 1652 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, ancona, vivere ancona, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/auqb