Landi: una proposta di viabilità per piazza Garibaldi

piazza garibaldi 27/02/2016 - Assodata la scelta della totale pedonalizzazione per piazza Garibaldi, con l’interruzione di via Cavallotti, è necessario prevedere una viabilità alternativa che possa contestualmente garantire fluidità, sicurezza, brevità di percorrenze e integrazione al reticolo viario esterno, possibili solo con l’inversione delle attuali direzioni su via Pisacane e Cavallotti.

Nella pianta allegata, che immagina anche un futuro recupero della caserma Avogadro, viene impostata una simulazione di questo tipo.

Rimane comunque discutibile la scelta di sopprimere parcheggi essenziali in una delle aree di sosta a corona diffuse in continuo lungo il perimetro del centro e a servizio delle zone di prossimità, che non sono causa di impatto sulla piazza,  in quanto la funzione d’incontro e aggregazione è già abbondantemente sostenuta dal solo sagrato, considerato anche, che in questo nuovo spazio non c’è vocazione attrattiva, né ora né futura, per l’impossibilità di accogliere nuove attività, incompatibili con le tipologie dei palazzi che vi si affacciano. 

Se questa previsione sarà probabilmente confermata con una piazza bella quanto si vuole, ma normalmente vuota, sarà giocoforza necessario ripristinare i parcheggi a condizione che questa soluzione sia preventivata già da oggi, con il consiglio di sperimentare la scelta fatta, ma con l’opzione di poter sempre tornare indietro.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-02-2016 alle 16:26 sul giornale del 29 febbraio 2016 - 1660 letture

In questo articolo si parla di viabilità, politica, senigallia, Paolo Landi, piazza garibaldi e piace a Daniele_Sole

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/audq


Concordo.
L'idea della piazza completamente pedonale, e vuota, da subito, non mi ispira.
Preferisco un primo momento di valutazione mantenendo un minimo di sosta, e non farebbe danni per la presenza della soletta in C.A.
Lasciare la possibilità di occupazione di suolo pubblico a prezzi dimezzati non è affatto male, ma non credo ci saranno molte attività possibilitate a farlo se non sotto palazzo Micciarelli (ex filanda) e pochi altri agli angoli della piazza: si potrebbe pedonalizzare intanto li.

Per me il prossimo passo starà nel fare un parcheggio fatto come si deve, possibilmente sfruttando lo spazio vicino al gabbiano, quello della scuola di polizia! se potenziato come si deve può diventare un'opera d'arte.

Maria Soldani

01 marzo, 02:09
Dopo un'occupazione massiva, con i parcheggi a farla da padroni, e gli abusivi a riscuotere la sosta,la decisione opposta, ovvero una sorta di elegante "salotto buono" X passeggiarvi sopra,ma fin troppo spaziosoed arioso,con alcune panchine , l'illuminazione e qualche alberello o fioriera decorativa,sarebbe poco funzionale ai fini dell'aggregazione sociale,specie per quegli utenti motorizzati, costretti a parcheggiare le proprie autovetture più lontano....( e dove? L'area di piazza Garibaldi era abbastanza capiente da farvi includere almeno un fazzoletto" di terreno parcheggiabile, che certamente non avrebbe inficiato la bellezza e l'eleganza dell' intero sito...).Optare X una soluzione mista, ovvero rispettare una esteticita' coniugata alla praticità ,conservando cioè ,in minima parte,la funzione di parco /macchine, sarebbe stata,a mio modesto parere,la scelta più oculata....Speriamo che si opti X questo compromesso, salvo che il sindaco no abbia un' alternativa migliore...Cmq... piazza del Duca,al contrario, deve restare completamente pedonale; quanto al Foro, beh....: un parcheggio " a tempo", in vigore solo X le ore ed i giorni di mercato ( come proponeva nel sito Senigallia.org un noto operatore ortofrutticolo ben conosciuto e stimato da tutti) e' il giust/mezzo tra "parcheggio/selvaggio" e..."deserto del Sahara "....
Speriamo prevalga buon senso ed utilità sociale,ad ogni modo.
Mi sta molto a cuore seguire questo capitolo cosi' importante x la citta' .....Nigallia.