Fermata auto di sospetti ladri grazie a Facebook: a bordo quattro rom

Polizia generico 25/02/2016 - E' stata individuata e fermata dalla Polizia di Senigallia l'auto sospetta segnalata da alcuni cittadini tramite il social network Facebook.

Alcuni cittadini nei giorni scorsi infatti avevano segnalato la presenza, sul lungomare Mameli, di un'auto sospetta. Si trattava di una Fiat Multipla fermata ieri lungo la statale Adriatica sud dalla Polizia. A bordo c'erano quattro rom. Portati in Commissariato per l'identificazione, sono risultati essere un uomo di 50 anni e tre giovani tra i 20 e i 23 anni. A bordo dell'auto i poliziotti hanno trovato arnesi atto allo scasso. Per questo i quattro sono stati segnali alla Questura e allontanati dal territorio comunale. Non è escluso che possano essere stato loro gli autori di ulcuni furti avvenuti sul lungomare ai danni anche di auto in sosta.





Questo è un articolo pubblicato il 25-02-2016 alle 10:40 sul giornale del 26 febbraio 2016 - 5324 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/at71


Graziano Rosponi

26 febbraio, 11:57
A raccontarlo ad amici non ci crederebbero. Purtroppo abbiamo leggi e giudici sessantottini e i politici voltati da un altra parte

Goffredo Marcosignori

27 febbraio, 09:00
Leggi, magistrati, governo, complici di questo degrado e questa deriva. Le Forze dell'Ordine, i cittadini, le famiglie, aspettano invano che le cose cambino. Per cambiare e ridare al ns Paese più Sicurezza, più Certezza della pena, la Galera a chi Delinque, bisogna che al più presto si cambi chi ci Governa, avendo oramai capito dove ci abbia portato il loro slogan delle Frontiere aperte, la solidarietà per tutti, l'accoglienza per tutti. Ha subirne le conseguenze di tutto questo cattivo andazzo siamo sempre e solo noi cittadini italioti.

Goffredo Marcosignori

28 febbraio, 17:27
A me dispiace dirlo, ma la realtà non la si può manipolare a proprio piacimento o nascondere. Se non si ritornerà ad un controllo serio delle nostre frontiere in entrata ed in uscita dal nostro sconquassato paese, i delinquenti di ogni latitudine e longitudine continueranno ad entrare in Italia e rubando sistemeranno i propri problemi, creandone moltissimi a noi cittadini e famiglie Italiane. Con lo svuota carceri e la depenalizzazioni di reati che prevedevano il carcere, come il Furto, la Rapina, lo Stolking, la violenza sessuale ecc..ecc...il PD al governo, la sinistra ed il M5stelle, l'Ncd di Alfano , hanno voluto risolvere i problemi della sicurezza in Italia votando questi provvedimenti. Ora a distanza di 4 anni la criminalità, l'abusivismo, i furti, le rapine, le violenze ecc....hanno raggiunto cifre insostenibili ed inammissibili per un paese che si ritiene civile e normale. Soluzioni? Indubbiamente cambiare radicalmente la filosofia dell'accoglienza e della sicurezza, dove chi sbaglia paga veramente e chi non ha diritto di entrare o rimanere nel nostro paese va portato fuori, accompagnato e se delinquente nel proprio paese di origine per scontare le eventuali pene. Le leggi vanno adeguate alla attuale situazione di emergenza, la magistratura si dovrà adeguare alle leggi, cercando di farle senza che la stessa possa giocare sulle interpretazioni , molte volte ideologiche e lontane dalla realtà. Il resto se non si ha il coraggio di cambiare saranno solo chiacchiere che non risolveranno nulla.




logoEV