Legge 194, Volpini: 'Importante che la Commissione ascolti più voci'

fabrizio volpini 19/02/2016 - Fare il punto sullo stato di attuazione nelle Marche della legge 194 che disciplina la tutela sociale della maternità e l'interruzione della gravidanza. A questo è stata dedicata la seduta della Commissione Sanità, presieduta da Fabrizio Volpini (Pd).

Sono stati ascoltati tecnici e associazioni. “Ciclicamente – ha detto Volpini – si ritorna su questa legge e su criticità circa la sua applicazione, come avvenuto di recente a Jesi. Ritengo importante che la Commissione ascolti più voci per avere una visione completa della situazione. Solo la conoscenza consente di fare le opportune valutazioni”.

“Si tratta di un tema complesso – ha sottolineato la vice presidente, Elena Leonardi (FdI) – che oltre a risvolti medici e tecnici ha in sé risvolti etici e morali. E' emersa una forte esigenza di informazione per aiutare la donna nel suo cammino verso una maternità consapevole. In questo percorso vanno garantiti i diritti di tutti, della donna e degli operatori sanitari, attraverso un approccio costruttivo e non discriminatorio”.

La Commissione ha incontrato: Lucia di Furia, dirigente P.F. “Assistenza ospedaliera, emergenza-urgenza, ricerca e formazione” dell’ARS; le rappresentanze del Coordinamento per la legge 194/1978 di Jesi, di Fano e di Fermo sulle criticità riscontrate in merito all’applicazione della legge 194/1978; le rappresentanti della Commissione per le Pari Opportunità fra uomo e donna della Regione Marche, Anna Salvucci (vice presidente), Stefania Pagani e Daniela Barbaresi (componenti); il presidente regionale Federvita-Marche, Federazione Regione Marche Movimenti per la Vita – Centri Aiuto alla Vita – Case Accoglienza, Davide Rizzo; il presidente regionale del Forum delle Associazioni Familiari Marche, Paolo Perticaroli; Paolo Marchionni, in rappresentanza dell'Associazione Scienza & Vita.

Al termine degli incontri, come previsto dall'ordine del giorno, la Commissione ha infine espresso parere favorevole all'integrazione e modifica dei manuali di Autorizzazione e di Accreditamento con riferimento a strutture pedagogico-riabilitative e strutture terapeutico-riabilitative per tossicodipendenti in gravidanza o con figli minorenni e per tossicodipendenti con comorbilità psichiatrica”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-02-2016 alle 11:38 sul giornale del 20 febbraio 2016 - 834 letture

In questo articolo si parla di politica, marche, legge 194, Assemblea legislativa delle Marche, commissione sanità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/atTm





logoEV