Rapporto annuale dei carabinieri: calano i delitti consumati ed i furti

carabinieri di senigallia 16/02/2016 - Cala il numero complessivo dei delitti consumati nei comuni compresi nel territorio della Compagnia Carabinieri di Senigallia, diretta dal capitano Cleto Bucci.

Nel 2015 infatti, tra Senigallia, Barbara, Belvedere Ostrense, Castelleone di Suasa, Corinaldo, Montemarciano, Ostra, Ostra Vetere e Trecastelli, come evidenzia il rapporto annuale dell’Arma, i delitti consumati e tentati denunciati sono stati 2967, con un calo del 9% rispetto al 2014. Anno in cui erano stati 3264.

Stessa tendenza registrata a Senigallia, il comune con il maggior numero di abitanti, dove i delitti denunciati sono passati da 2331 (anno 2014) a 2203 (anno 2015) con un calo del 5,5%.

I furti (1863 rispetto ai 2006 del 2014), si evidenzia nel rapporto annuale dei carabinieri, pur rappresentando il 63% dei delitti consumati, sono diminuiti complessivamente del 7,13%, di cui il -4,35% è stato registrato solo a Senigallia (1295 rispetto ai 1354 dell’anno precedente). In particolare sono diminuiti (-34,4%) i furti in abitazione (342 contro 521): Castelleone di Suasa 12 reati denunciati (7,06 ogni 1.000 abitanti); Corinaldo 35 (6,88 ogni 1.000 abitanti); Ostra Vetere 22 (6,55 ogni 1.000 abitanti) e Senigallia 154 casi. Un dato, in valori assoluti, il più alto ma- precisa l’Arma dei Carabinieri- con riferimento al numero di abitanti, registra invece una bassa incidenza (3,41 ogni 1.000 abitanti).

Nel 2015, anno in cui i militari hanno scoperto il 27% dei delitti consumati (826), si sono verificati inoltre 3 tentati omicidi (tutti scoperti), 1 estorsione, 9 reati spia (incendi e danneggiamenti seguiti da incendio), 44 reati in materia di sostanze stupefacenti (27 nel 2014) e 22 rapine (15 nell’anno precedente).

Le rapine hanno fatto registrare un aumento del 46%, tuttavia - spiegano dalla Caserma- la dimensione quantitativa del fenomeno, in valori assoluti, è assolutamente contenuta (+7) ed è ancor più marginale se si considera che, in molti casi, si è trattato di borseggi, scippi o tentativi di truffa, degenerati in rapina per la presenza o per la resistenza delle vittime.

Infine i carabinieri di Senigallia, che hanno eseguito 6.388 servizi di pattuglia e perlustrazione (media 17 servizi al giorno) con l’impiego di 12.465 Carabinieri per un totale di 70.150 ore di servizio, nel corso dell’attività di contrasto hanno perseguito l’83% dei delitti consumati (2463), scoprendo il 24% di essi ed il 6,2% dei furti perseguiti (la media nazionale si aggira intorno al 5%), tratto in arresto 87 persone (70%), di cui il 72,4% (63 persone) nella flagranza di reato, e denunciato 537 persone in stato di libertà (73%).

L’attività antidroga ha poi permesso ai militari di arrestare 16 persone, denunciare in stato di libertà 15 soggetti e segnalarne 26, con un totale di 7,180 kg di droga sequestrata, mentre il controllo alla circolazione stradale ha portato all’arresto di una persona ed alla denuncia di altre 60, oltre al ritiro di 150 documenti di circolazione, 96 patenti di guida ed al sequestro di 63 veicoli; 1654 le contravvenzioni elevate.

Pertanto, a fronte del calo dei delitti consumati nel territorio di Competenza della Compagnia Carabinieri di Senigallia, evidenziato dal rapporto annuale, i militari diretti dal capitano Cleto Bucci, proseguiranno, in modo insistente, l’attività di controllo del territorio per continuare e, se possibile, aumentare e migliorare i risultati conseguiti nel 2015 in sinergia con le altre forze di polizia presenti sul territorio.





Questo è un articolo pubblicato il 16-02-2016 alle 17:57 sul giornale del 17 febbraio 2016 - 856 letture

In questo articolo si parla di cronaca, castelleone di suasa, ostra vetere, montemarciano, barbara, belvedere ostrense, ostra, senigallia, corinaldo, Sudani Alice Scarpini, carabinieri di senigallia, trecastelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/atMq


luigi alberto weiss

17 febbraio, 09:18
Forse bisognava dire qualcosa sul contrasto ai reati ambientali, alle violazioni in materia sanitaria e integrità degli alimenti, alle violazioni sulla normativa del lavoro.




logoEV