Ex Arena Italia: a fine estate partono i lavori

Arena Italia 12/02/2016 - Ruspe in arrivo all’ex Arena Italia. Un altro dei cinque ambiti di riqualificazione, inseriti all’interno del piano Cervellati per il centro storico, sta per partire. Nelle scorse settimane il sindaco Maurizio Mangialardi ha incontrato la proprietà (che fa capo alla famiglia Bonvini) per i dettagli circa l’avvio dei lavori.

Dopo anni di attesa la riqualificazione di un’area, nel cuore del rione Porto, sta per partire. Obiettivo dell’impresa, che ha ricevuto l’incarico di eseguire i lavori da parte della proprietà, dare il via al cantiere subito dopo l’estate.

“Ho incontrato la proprietà dell’area per fare il punto sullo stato del progetto della riqualificazione dell’ex Arena Italia –afferma il sindaco Maurizio Mangialardi- stanno ora verificando il progetto, che ovviamente rimane quello approvato, con l’impronta storicizzata rispetto al contesto urbanistico e architettonico in cui è inserito, la valorizzazione delle mura urbiche prospicienti, ed una quinta urbana in armonia con l’architettura della Porta Lambertina”.

L’edificio che dovrà sorgere infatti prevede un primo piano porticato adibito ad uso commerciale ed altri due piani superiori destinati alle abitazioni. E’ previsto anche il recupero delle mura sotterranee, che verranno rese visibili attraverso un percorso in vetrate. L’area dell’ex Arena Italia, che per anni ha versato in condizioni di degrado e abbandono, ha subito una svolta nel 2013, con la bonifica della zona, le messa sua messa in sicurezza, e l’abbattimento del vecchio rudere. Poi l’accordo con il Comune, sulla base del quale la proprietà ha ceduto in comodato d’uso gratuito all’ente una porzione dell’area dove sono stati ricavati trenta parcheggi pubblici a raso a beneficio del centro e della zona di via Mamiani e via Carducci. Un parcheggio che verrà “chiuso” nel momento in cui la proprietà avvierà i lavori.

“Il recupero dell’ex Arena Italia avverrà con quei principi filologici già approvati nel piano d’area –aggiunge il primo cittadino- e siamo contenti che l’intervento parta perché si tratta di una posizione strategica, di un ulteriore tassello di quella più ampia riqualificazione del rione Porto partita da via Carducci e proseguita con la recente realizzazione della pista ciclabile che collega direttamente la città al lungomare di ponente grazie anche al sottopasso dell’ex Sacelit”.

Degli ambiti di riqualificazione del piano Cervellati quello al momento più in difficoltà è il Bastione di via Rodi. Dopo lo stop del cantiere per difficoltà economiche della proprietà, l’area è di fatto bloccata. “Per via Rodi è difficile fare previsioni –aggiunge Mangialardi- ci auguriamo che presto anche questa situazione possa sbloccarsi e che il cantiere finalmente possa ripartire”.





Questo è un articolo pubblicato il 12-02-2016 alle 07:31 sul giornale del 13 febbraio 2016 - 2131 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli, ex arena italia, arena italia, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/atzI


Definire riqualificazione quella di via Rodi è una bestemmia. Si tratta di un casermone immondo che celerà per sempre il bastone




logoEV