Calcio: l'Aesse non sa più vincere

09/02/2016 - Continua il momento negativo delle formazioni del Senigallia Calcio. Se per alcune di loro pero', il confronto presentava obiettive difficoltà, per altre la situazione era decisamente diversa.

La prima squadra, va incontro ad una debacle inaspettata, la juniores pareggia nel recupero, gli allievi vengono sconfitti, i giovanissimi con un nel pareggio riprendono a muovere la classifica. Nonostante l'impegno profuso, la formazione che milita in 3” categoria non riesce più a sfornare una prestazione convincente che le permetta di uscire da una crisi che ora non è solo di risultati, ma anche di gioco. Il risultato di 0 – 3, non ammette giustificazioni. Quando non sono gli errori individuali, sono i torti arbitrali oppure le grandi prestazioni degli avversari, a determinare il risultato finale delle partite dei nostri ragazzi. Nella fattispecie, 2 errori clamorosi, mandano già al tappeto nel primo tempo i biancazzurri senigalliesi. In questa stagione, occorre andare molto indietro col calendario (28 Novembre), per trovare un partita che si è conclusa con la vittoria! Le dimissioni di Mr. Corinaldesi, con il cambio inevitabile, si era creduto di poter dare una sterzata, ma si ha quasi l'impressione che i nostri ragazzi giochino con la paura di sbagliare! Saranno anche giovani e quindi vanno perdonati ed incoraggiati, ma contro la formazione dell'Alta Valle del Giano, con cui all'andata con una gagliarda prestazione, portammo a casa un bel pareggio, nella partita giocata in casa, non si è notato lo stesso piglio agonistico, facendo quasi intravedere una certa rassegnazione. Abbandonata ogni velleità di classifica, siamo comunque convinti che i ragazzi concluderanno dignitosamente la corrente stagione.

La prima squadra del Barbara, nella quale è impegnato Alex Maggio (Angeletti ai box per squalifica), vince per la terza volta consecutiva ( 2 a 0 al Real Metauro con reti di Ciccio Costieri e del peperino dai piedi buoni De' Angelis) dopo il cambio in corsa dello staff tecnico e si porta in una posizione più vicina ai play off, che ai play out. Nella prossima partita, frizzante derby in casa della Laurentina di Mr Buratti, anche lui subentrato a campionato in corso. La formazione di Mr. Antonio Rota, ritorna in terra pesarese e dopo i pareggi conquistati fuori casa con Atletico Gallo e Atletico Alma, prova a fare uno scherzetto al Fossombrone, tentando di portarsi a casa i 3 punti. Inizialmente infatti, i forsempronesi sembravano piu' attenti ai festeggiamenti del carnevale che alle scorribande dei senigalliesi, tant'è che su una di queste, Biagetti Leonardo (foto) metteva al centro dell'area un cioccolatino per i suoi compagni. La difesa forsempronese non conoscendo le doti di Giovanni Angeletti, lui che da grande forse progetterà ascensori, sale diretto al terzo piano ed incorna in quella che è la specialità della casa. In questo caso non è un colpo da stordire completamente il toro, ma il suo impatto con la palla è sufficiente quanto basta per infilare il portiere avversario.

Due partite con la juniores e 2 reti, grande Giovi! 1 a 0 quasi subito e quindi iniziamo (io per primo) a credere all' impresa. Ma stranamente, falliamo la possibilità di raddoppiare e concediamo campo agli avversari facendo aumentare la loro autostima. La prima frazione comunque, si conclude con la nostra squadra avanti di 1 rete a 0. Nella ripresa i forsempronesi, con un bel numero del loro giocatore di colore ( un po egoista ma assai bravo), complice una corta respinta di Bocchini, pareggiano i conti e cominciano a spingere sull'acceleratore. Dopo alcune occasioni mancate da ambo le parti, la partita si accende clamorosamente nel finale. Da una palla persa di Danish, quasi dentro l'area avversaria, ripartenza veloce del Fossombrone, successivo cross che attraversa tutta l'area, palla che arriva sul secondo palo, tiro e gol del vantaggio locale. Grandi festeggiamenti con il Fossombrone che porta dentro il rettangolo di gioco anche tutti i carri presenti con le maschere per i festeggiamenti del Carnevale. Si perdono almeno 2 minuti col direttore di gara che assiste impotente, senza prendere nessun provvedimento! Incredibile e non è solo l'amarezza per il gol preso e la sconfitta che sta maturando che mi fa scrivere queste righe! Palla al centro, poi in fallo laterale. Batte Bigio (Matteo Bigelli solo per l'anagrafe comunale) verso Rossi che in mezzo alle 2 guardie del corpo che lo hanno preservato per tutta la partita da eventuali pallonate, fa scivolare in avanti il pallone e va dritto verso l'area, poi con un tiro a giro, piazza il pallone vicino al secondo palo dove il portiere non puo' arrivare! Incredibile 2 a 2 agguantato al 94! Partita non ancora finita per un altro minuto dovuto agli esagerati festeggiamenti forsempronesi.

C'e' un lancio verso l'area senigalliese. Angeloni esce in tuffo e fa suo il pallone. L'ala destra locale non si ferma e finisce la corsa colpendo il nostro portiere che rimane a terra. L'arbitro fischia la fine ma il giocatore avversario, non contento del fallo commesso, va anche a provocare il portiere dicendogli qualcosa che Gianluca (è in silenzio stampa in quanto immaginiamo come purtroppo è capitato quest'anno sarà nuovamente squalificato) non ci ha riferito. Dopo i complimenti ricevuti dall'avversario, lui si rialza da terra e ci ricasca ancora. Si dirige verso il suo avversario, leggermente imbufalito, magari per chiedergli spiegazioni (non abbiamo mai visto Gianluca mettere le mani addosso a nessuno!) e l'arbitro estrae il cartellino rosso. Nuova ammucchiata in mezzo al campo per dirimere la contesa, che comunque continua solo per fortuna con le schermaglie verbali. Io etichetto questa partita con la lettera “P”, come pareggio, picchiatori e piagnoni. A parte il preludio dell'inizio quando il loro allenatore ci ha pregato di giocare tranquilli, (neanche fossimo i Galli Senoni), abbiamo assistito ad una partita nella quale i giocatori hanno sempre protestato e reclamato l'impossibile, ma soprattutto hanno picchiato ad ogni occasione! Non c'era palla che andava verso la loro area, nella quale non ci fosse stato da fischiare un fallo! Il Direttore di gara ha lasciato giocare troppo e non visto tanti falli. Abbiamo contato almeno 6 ammoniti da parte dei nostri avversari ed almeno 2 falli gravi su Giugia e su Terrone che in 99 casi su 100, sono sempre puniti col rosso! Luca Terrone è dovuto uscire per le botte prese, Adriano si è tenuto in piedi solo grazie alle iniezioni di pappa reale delle api di papà Sergio, Alessandro Angeloni ,che di professione fa il difensore e notoriamente i difensori si fanno rispettare, è uscito pieno di lividi e non capivamo da quale parte dovevamo iniziare a curarlo.

A fine partita, abbiamo anche subito un controllo del nostro spogliatoio da parte di un loro dirigente e se da una parte può essere anche un atto doveroso, ci è sembrato un po' umiliante come se fossimo noti che spacchiamo gli spogliatoi o ci portiamo via qualche vasca idromassaggio! Dopo questo sfogo, che non volevo scrivere e mi scuso con chi legge di calci perché era mia intenzione voleva parole di solo calcio, per l'amarezza di torti subiti e trattamenti riservatici da squadre e dirigenti avversari, un nostro dirigente ha rassegnato le proprie irrevocabili dimissioni. Da parte mia, lo invito a ripensarci, anche se mi rendo conto che di questo passo, sui campi di calcio, il troppo agonismo stia prevalendo purtroppo sugli aspetti tecnici. Noi comunque, privilegeremo allenatori che insegnino tecnica, piuttosto che mosse di kung fu o abbracci da lotta greco romana. Quello che è incomprensibile è come guardando la classifica, non ci troviamo in situazioni (comunque non giustificate) di partite in cui si lotti per il primo posto, oppure al contrario, per non retrocedere. La lotta, a chiamarla così è per un settimo piuttosto che per un ottavo posto. Non sono a conoscenza dell'accordo col nostro allenatore, ma sono convinto, che il nostro Presidente Gasparini abbia solo chiesto di onorare il campionato, arrivando si più in alto possibile, ma con un comportamento nel rispetto degli avversari, dirigenti e direttori di gara!

La nostra squadra non adopera mai comportamenti scorretti, semmai se volessimo trovargli un difetto, è quello di cadere nelle provocazioni degli avversari e se qualche squalifica ci è stata comminata, è stata determinata unicamente da nostre reazioni, ma sempre e solo a parole a comportamenti sleali o torti gravi subiti. Oggi la ribalta è per Leonardo Biagetti, che oltre all'assist per Angeletti, si è prodigato per tutto il tempo che è rimasto in campo, sia come laterale che come schermo davanti alla difesa. Un ragazzo che è molto maturato, si impegna sempre al 100% e quest'anno sta trovando la giusta dimensione. Il risultato finale è stato comunque di 2 a 2, con la nostra formazione che occupa il 9° posto, con 21 punti conquistati in 19 partite. Prossimo incontro, domenica 14 febbraio in casa contro l'Urbania. I giovanissimi di Marco Piccini, finalmente tornano a giocare fra le mura amiche ed incontrano un coriaceo Palombina. Il mister spariglia le carte e cambia la coppia dei punteros, fuori Frulla e Denis Sebastianelli affinché rifiatino un po' ed avanzamento di Giovannini a punta centrale e il dinamico Cali' a spingere sulla fascia destra. La partita risulta gradevole e dopo un'occasione per parte con belle parate dei portieri, l'Aesse colpisce una traversa clamorosa con Gambaccini. E' il preludio al gol con una palla recuperata a centrocampo da Gianmarco Sebastianelli. Lo stesso duetta con i compagni con due triangolazioni bellissime tutte di prima col pallone che giunge a Rigamonti il quale con un mezzo scavino supera il portiere ospite.

Il Palombina reagisce e trova il pari su una indecisione del difensore laterale destro ed il portiere che si lascia sfilare sotto il corpo il tiro di sinistro del bomber anconetano Rossi. Nel secondo tempo dopo alcune belle azioni dell'Aesse, l'arbitro si inventa una punizione di seconda dal limite dell'area senigalliese. Si incarica del tiro sempre Rossi che con un tiro stupendo infila il pallone nel sette alla sinistra di Lanari, un gol spettacolare degno del miglior Del Piero se non fosse che la punizione era di seconda avendo chiaramente visto l'arbitro alzare il braccio. Nel frattempo Mister Piccini rimette in campo Sebastianelli Denis e Rocco Frulla il quale va subito al tiro alzando pero' la mira. La partita prosegue senza grossi lampi, poi Gianmarco Sebastianelli accende la luce. Chi se non lui? Con un preciso assist cerca e trova Rocco Frulla che si ricorda di essere anche bomber e con un preciso lob, pareggia il conto dei gol. 2 a 2 è il risultato finale, ma per le occasioni avute il Senigallia Calcio, avrebbe vinto ai punti. Un peccato perché col pareggio si muove le classifica ma non si fanno grandi passi avanti in classifica. Niente da rimproverare alla squadra che si impegna alla morte. Spiace per l'infortunio del bravo centrale Baldi che dovrà restare fuori per almeno un mese! Nella prossima partita, i giovanissimi faranno visita alla Giovane Ancona. Il Senigallia Calcio aggiorna i punti conquistati in questo girone regionale a 5, mentre la Giovane Ancona ne ha 7.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-02-2016 alle 10:06 sul giornale del 10 febbraio 2016 - 569 letture

In questo articolo si parla di attualità, senigallia, calcio, senigallia calcio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/attu