Mareggiate in spiaggia: sono arrivati i sacchi anti-erosione

08/02/2016 - Un maxi pennello sperimentale amovibile per contenere lo spostamento della ghiaia tra Senigallia e Marzocca.

E’ il nuovo intervento messo i campo dal Comune per contrastare il fenomeno dell’erosione, particolarmente evidente in queste settimane e accentuata dopo la tempesta di vento e pioggia della notte tra mercoledì e giovedì. Un progetto sperimentale partito un paio d’anni fa che sembra dare i suoi frutti.

Per questo il Comune ha deciso di riproporlo anche quest’anno come intervento riparatore in vista anche dell’inizio dei lavori di preparazione dell’arenile per la nuova stagione. Al momento sono stati posizionati sacchi in geotessuto pieni di sabbia, delle dimensioni di 160 x 120 x 40 centimetri che arrivano anche a pesare una tonnellata ciascuno. I sacchi, uno dopo l’altro, formano un’asta perpendicolare al mare che blocca l’avanzata della ghiaia.

Si tratta di un “pennello” amovibile che quindi può essere posizionato e rimosso a ridosso della bella stagione e soprattutto spostati da una zona all’altra a seconda delle esigenze dettate dall’erosione. In questo modo, la ghiaia che viene accumulata dal vento e dalle mareggiate, può essere recuperata e riutilizzata posizionandola nei tratti di arenile tipicamente “sassosi” come quelli di Marzocca. "Un intervento come ha sottolineato il vice sindaco Maurizio Memè durante alcuni sopralluoghi- sembra proprio funzionare".







Questo è un articolo pubblicato il 08-02-2016 alle 09:15 sul giornale del 09 febbraio 2016 - 1316 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/atpq