Calcio: viaggiare non fa bene alla classifica del Senigallia Calcio

02/02/2016 - Fine settimana di basso profilo per le varie compagini dell'Aesse. La prima squadra viene sconfitta dalla Sangiorgese, gli allievi dal Moie Vallesina, i giovanissimi dalla Jesina. La juniores conquista un punto in casa contro il Marina.

La cura Roberto Carotti, non dà ancora i risultati auspicati per la formazione che disputa il campionato di 3° categoria. Dopo il pareggio casalingo, arriva la sconfitta fuori casa contro la quotata Sangiorgese. I ragazzi come al solito cercano di fare la partita e ad onor del vero nella prima frazione giocano anche abbastanza bene, ma alla prima disattenzione, introno al 40°, sono stati puniti dagli avversari. Nel secondo tempo, si è provato a ristabilire la parità ma senza riuscirvi e si prende anche il secondo gol, uscendo quindi sconfitti dal campaccio di San Giorgio di Pesaro per 2 a 0. In classifica, comanda da sola il Serra Sant'Abbondio con 33 punti, seguita dall'Avis Pergola con 29. Il Senigallia Calcio, scivola al 10° posto con soli 17 punti. Nel prossimo incontro al Bianchelli, contro il Val Del Giano, si spera nel ritorno ai 3 punti, per coltivare ancora qualche speranza. I 2 ragazzi (Maggio ed Angeletti) impegnati con la prima squadra del Barbara, (che vince fuori casa a Castelfidardo) si comportano assai bene. Angeletti disputa tutto l'incontro, Alex rimane in campo per oltre 60 minuti. Entrambi, encomiabilmente, si mettono a disposizione di Mr. Antonio Rota per l'incontro della juniores il giorno successivo!

Venendo alla juniores, altra grande prestazione al cospetto della seconda in classifica. Per non far torto a nessuno, come con il Colbordolo e l'Alma Fano, abbiamo riservato lo stesso trattamento con una partita (in particolare il secondo tempo) giocata con cuore, impegno e grande determinazione. E' mancata un po' di lucidità da parte del reparto avanzato, oltre ad un po' di sfortuna, altrimenti il Marina avrebbe portato a casa 0 punti ed almeno 3-4 gol come finora non gli era mai successo. Come all'andata, nel computo totale, rileviamo a favore dell'Aesse, 3 pali interni con nessun gol conseguente, un rigore contro evitabilissimo, anche un gol derivato da uno scontro fra 3 nostri giocatori, nella partita d'andata. Al Saline Stadium, (ma per scacciare la sfortuna ci vorrebbe anche un po' di sale), dopo un primo tempo che ha visto solo un'occasione per parte, la ripresa, con l'entrata di Maggio ed Angeletti, ha preso subito un'altra piega.

Senza mancare di rispetto a chi è stato sostituito che ha fatto ampiamente il proprio dovere, le scorribande dei 2 galacticos, hanno data piu' sprint alla squadra oggi in divisa completamente gialla, infatti da un cross al bacio del Cassano di Marzocca, la palla supera il portiere, arriva ad Angeletti che da pochi passi spara una bordata che gonfia la rete, per la gioiosa esultanza dei silenziosi tifosi del Senigallia Calcio! Vogliamo ricordare loro, che sono bravi e che ci seguono sempre anche fuori casa, ma che si puo' anche tifare e gioire ed un po' di 'rumore' è lecito che sia presente o meno, il commissario di campo. Venendo alla seconda parte dell'incontro, dopo il vantaggio l'Aesse continua ad attaccare e Rossi (oggi stranamente non preciso) sbaglia 2 gol, uno di testa ed uno di sinistro, sfiorando i pali del portiere ospite in entrambe le occasioni. Maggio, il migliore, continua a sfornare cross a ripetizione, ma poi trovandosi a fare la fase difensiva, commette una ingenuità classica degli attaccanti, provocando il rigore su una situazione, che, letta meglio, non avrebbe probabilmente portato a nessuna conseguenza per la nostra porta. Dopo l'estrema punizione, che Gianlucone intuisce ma non riesce a bloccare, l'Aesse, ferita si riversa nella meta' campo ospite e gli ultimi minuti sono veramente terribili per il Marina, costretti a chiamare la fine della partita a piu' riprese, come se volessero uscire da un incubo. Tra le tante occasioni fallite, il palo interno di Maggio col portiere che devia leggermente, quanto basta ed un colpo di testa di Diene da 67 centimetri a porta completamente spalancata finito incredibilmente fuori! Caso tipico da calcio scommesse!

Per carità, capita anche nelle serie superiori, quindi niente processi ad un ragazzo che comunque a volte (vedi Atletico Gallo) giocando solo 10 minuti, è risultato decisivo. Finalmente abbiamo visto una panchina piena, (18 in distinta) come non succedeva da tempo immemorabile e questo fatto, ha permesso a qualche giocatore che tira la carretta da Ottobre,m di prendersi un po' di fiato e soprattutto alla squadra, di spingere sull'acceleratore negli ultimi 15-20 minuti che, come mi insegnava un grande allenatore (Ivo Pellegrini), sono spesso quelli decisivi che fanno la differenza! La juniores quindi fa un piccolo passo avanti in classifica, ma rimane al 10° posto con 20 punti, nel girone A regionale, comandato alla grande dall'Atletico Gallo, seguito a ben 9 lunghezze dal Marina e a 10 dalla Vigor Senigallia. Sabato prossimo, alle ore 15.30, faremo visita al Fossombrone.

Gli allievi di Mr. Roberto Piccinini, al cospetto del Moie Vallesina, allenato dal mitico Matteo Rossi, che non è mio parente ma lo ricordo quando da ragazzino, ha esordito in serie A con l'Ancona contro il Perugia, quando l'allenatore era un certo Galeone. La partita dei nostri ragazzi non è stata bella, ma quest'anno questa formazione alterna prestazioni convincenti ad altre sotto tono. Il prodigarsi di Alessio Bernardini (foto) decisamente il migliore dell'Aesse, coadiuvato da Servizi che si e' dannato l'anima ed Azzarone che stava giocando bene ma è dovuto uscire per problemi fisici, non sono stati sufficienti ad evitare una sconfitta per 1 a 0, che tarpa le ali alle ambizioni di una formazione che stava accorciando le distanze dalle fuggitrici. Nel prossimo turno, col Monserra, che guida il girone con 18 punti, occorre la partita perfetta, altrimenti si rischia di ritornare a casa con le ossa rotte! Il Senigallia Calcio occupa l'8° posto con 9 punti.

I giovanissimi di Marco Piccini, in 10 giorni hanno purtroppo rimediato 3 sconfitte in altrettanti incontri giocati fuori dal terreno amico. Ma le partite giocate dai suoi ragazzi, sono state sempre tirate fino alla fine e le sconfitte sono arrivate sempre da errori individuali e peraltro sempre di misura. Con il Filottrano, con la Fortitudo Fabriano e con la Jesina, i ragazzi hanno giocato 3 partite di alto livello e se avessimo portato a casa 3 pareggi, nessuno avrebbe gridato allo scandalo! In una di queste partite, peraltro un arbitro ci ha messo del suo, espellendo un nostro giocatore per un fallo di reazione, non punendo minimamente l'avversario che col secondo cartellino giallo sarebbe anche lui andato a fare la doccia in anticipo. Ma Il Piccio di Castelleone, lo conosciamo bene, gli roderanno le ………. ginocchia per questi risultati, ma sicuramente avrà ringraziato i ragazzi per l'impegno massimo profuso.

Ora con 12 partite rimaste di cui 9 in casa, siamo convinti che i ragazzi oltre alla prestazione, incamereranno anche i punti che li riporterà in una posizione più consona al livello di gioco dimostrato finora! Nell'ultima partita, da ricordare un bellissimo gol di Giovannini. Domenica prossima al Bianchelli, ore 11,00 i giovanissimi incontrano il Palombina. Nel girone B dei regionali, comanda l'Ostra Vetere con 16 punti in 7 partite disputate. L'Aesse ha totalizzato solo 4 punti ma con 5 partite disputate (1 sola in casa).





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-02-2016 alle 19:05 sul giornale del 03 febbraio 2016 - 633 letture

In questo articolo si parla di sport, senigallia, calcio, senigallia calcio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/atdZ