Avvicinano in modo ‘pressante’ gli anziani presenti in stazione, identificate dalla Polizia

stazione ferroviaria di senigallia 30/01/2016 - Due ragazze di origine rom, notate ad aggirarsi con fare sospetto all’interno della stazione ferroviaria di Senigallia e ad avvicinare in modo ‘pressante’ alcuni anziani presenti, vengono segnalate dai pendolari al Commissariato di Polizia.

Gli agenti intervenuti, dopo aver controllato l’area, hanno rintracciato, in posizione un po’ defilata, le due donne segnalate che, ridendo, si aggiravano attorno ad un uomo anziano.

L’uomo, che solo dopo l'intervento della Polizia ha compreso che il loro atteggiamento potesse essere finalizzato a raggirarlo per portegli sottrarre denaro o monili, avrebbe riferito agli agenti che, effettivamente, poco prima del loro arrivo, le due donne lo avevano avvicinato e preso sotto braccio per farlo spostare verso una zona defilata della stazione.

Il personale del Commissariato ha quindi proceduto al controllo delle due donne che, alla vista dei poliziotti, hanno desistito dal loro comportamento.

Identificate in T.C. di 20 anni e T.S. di 27 anni, entrambe già note alle forze di polizia per reati contro il patrimonio, dopo gli accertamenti ed il pagamento del biglietto ferroviario, le due donne sono risalite sul treno e si sono allontanate dal territorio di Senigallia.





Questo è un articolo pubblicato il 30-01-2016 alle 10:41 sul giornale del 01 febbraio 2016 - 1233 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, senigallia, Sudani Alice Scarpini, commissariato di polizia, articolo, stazione ferroviaria di senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/as8c