71enne si reca ad un appuntamento a fini sessuali ma viene derubato, denunciata una coppia di Chiaravalle

carabinieri senigallia 30/01/2016 - Dovrà rispondere del reato di furto aggravato la coppia, una donna di 26 anni ed il suo compagno di 27 anni, residente a Chiaravalle, già nota alle forze dell’ordine, denunciata venerdì pomeriggio dai carabinieri di Senigallia. Scoperto il loro modo di agire per derubare le persone anziane.

La donna infatti, venerdì mattina, ha adescato un pensionato 71enne della zona attraverso il sito internet ‘bakekaincontri’ ed ha fissato con lui un appuntamento a fini sessuali.

Giunto nell’appartamento indicato, che si trova sul lungomare Da Vinci, è stato fatto spogliare e poi, immediatamente prima di consumare la prestazione concordata, il pensionato è stato indotto dalla donna a rivestirsi velocemente e ad allontanarsi in quanto aveva suonato al citofono il 27enne che, fingendo di essere il proprietario dell’appartamento, aveva fatto credere di essere lì per riscuotere l’affitto.

L’anziano, dopo essersi rivestito in fretta e furia, è uscito dall’appartamento e senza fermarsi per timore di essere riconosciuto da qualcuno ha raggiunto la sua auto, parcheggiata in strada davanti allo stabile.

A questo punto, però, il 71enne si è reso conto di essere stato derubato. Non aveva più il portafogli. Pertanto l’uomo ha richiesto l’intervento dei Carabinieri.

La pattuglia, giunta sul posto, ha smascherato l’imbroglio e denunciato la coppia residente a Chiaravalle. Le perquisizioni personali e nell’appartamento non hanno permesso di rinvenire il portafogli, del quale i due si erano già disfatti.

Sempre venerdì, a Barbara, i carabinieri di Ostra Vetere hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione della misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare, emessa nella stessa data, dal GIP del Tribunale di Ancona su richiesta della Procura della Repubblica dorica, nei confronti del 42enne straniero denunciato domenica scorsa dai Carabinieri per maltrattamenti in famiglia, lesioni e minacce.

L’uomo infatti, nel corso di una lite per futili motivi, aveva preso a schiaffi la moglie all’ottavo mese di gravidanza, in presenza del figlio minorenne. Pertanto il Giudice, con questo provvedimento, ha disposto il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla donna e dal figlio minorenne.





Questo è un articolo pubblicato il 30-01-2016 alle 10:39 sul giornale del 01 febbraio 2016 - 1670 letture

In questo articolo si parla di cronaca, chiaravalle, carabinieri, barbara, senigallia, Sudani Alice Scarpini, carabinieri di senigallia, articolo, carabinieri di ostra vetere

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/as78


Lorenzo Rossi

01 febbraio, 13:25
Anche oggi leggiamo "Già note alle Forze dell'Ordine".
Attendiamo il prossimo indulto o sconto di pena approvato di nascosto per aiutare anche gli "amichetti" magari mentre si fa trambusto su altre cose (Unioni Civili e Family Day... ogni giorno in cima alle cronache nazionali...)




logoEV