Fp Cgil Area Vasta 2: 'A febbraio amara sorpresa per i lavoratori, nessun premio in busta paga'

Fp Cgil 27/01/2016 - Era stato stabilito in Contrattazione di Area Vasta 2 di corrispondere ai lavoratori, con la busta paga di febbraio 2016, i seguenti premi incentivanti.

 

Acconto del 60% della Produttività 2015, pari a 1.695.383,67 euro

Saldo Produttività 2014, pari a 214.325,00 euro

Progetti Strategici 2014, pari a 441.139 euro

Ma non sarà possibile corrispondere nulla ai lavoratori dell’Area Vasta 2 a Febbraio.

 

Perché il Nucleo di Valutazione Aziendale dell’A.S.U.R. non ha rispettato l’impegno di riunirsi in sede A.S.U.R. nel corrente mese, per verificare e relazionare circa la Produttività dell’Area Vasta 2.

Invece, ha avuto tempo e modo, il Collegio Sindacale dell’A.S.U.R., di bocciare, a Dicembre 2015, l’Accordo sulla Produttività 2015 dell’Area Vasta 2, firmato il 02/12/2015, relativamente alla distribuzione di 1.177.578,01 euro di Residui contrattuali 2014 a tutti i lavoratori.

Non c’è che dire, se l’A.S.U.R. voleva dimostrare quanto fosse adeguata ed affidabile circa le sorti dei trattamenti economici dei dipendenti, c’è riuscita alla perfezione, è stata convincente.

Sarà ora grandemente soddisfatto e orgoglioso il Governatore Ceriscioli per aver riformato consegnando a questa efficientissima A.S.U.R. le chiavi della Contrattazione delle Aree Vaste.

Un’A.S.U.R. così attenta alle aspettative dei lavoratori, al riconoscimento dei loro sacrifici ed alla difesa del loro aspetto motivazionale.

Lunedì 25/01/2016 la Direzione dell’Area Vasta 2 ha inviato nuovamente all’A.S.U.R. l’Accordo riscritto sui predetti Residui contrattuali 2014, dopo la opinabile bocciatura intervenuta.

E martedì 26/01/2016 la Direzione dell’Area Vasta 2 ha inviato all’A.S.U.R. anche l’Accordo sulle Fasce, che i lavoratori attendevano da tantissimo tempo, dopo lo scellerato blocco delle Fasce intervenuto dal 01/01/2011 a causa di Renato Brunetta.

Ancora una volta l’A.S.U.R. non si lascerà sfuggire l’esercizio di una antisindacale funzione, quella della verifica e controllo degli Accordi sottoscritti nelle Aree Vaste, prima del loro inoltro al Collegio Sindacale, prerogativa illegittimamente arrogata (Direttiva A.S.U.R. n.7/2008), assolutamente non prevista dal C.C.N.L.

Nemmeno mai prevista dalla Legge Regionale n.13 del 20/06/2003.

Del resto, proprio per questo motivo è stata approvata in fretta e furia la Legge Regionale blitz n.32 del 28/12/2015, votata alla vigilia di Natale, guarda caso proposta da questa stessa A.S.U.R. in IV Commissione Sanità al fine di modificare la L.R. n.13/2003.

Perché la L.R. n.13/2003 aveva precise implicazioni, stabilendo che l’Area Vasta fosse unità amministrativa autonoma ai fini della Contrattazione, che il Direttore dell’Area Vasta rappresentasse l’A.S.U.R. a tutti gli effetti ai fini della Contrattazione, e che gli Accordi sottoscritti nelle Aree Vaste fossero definitivi.

Tutte cose che erano rimaste indigeste all’A.S.U.R., fa quale ha potuto finalmente risolvere questa faccenda grazie all’ossequioso, quanto approssimativo (nei confronti delle questioni dei lavoratori della Sanità) Governatore Ceriscioli.

Rivolga ora una previsione il Governatore Ceriscioli ai lavoratori dell’Area Vasta 2, se pensa che anche i suddetti Accordi saranno bocciati oppure no, o come si concluderanno i lavori, entro il 31 Marzo, della IV Commissione Sanità sul sistema della Contrattazione e delle Relazioni Sindacali.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-01-2016 alle 17:20 sul giornale del 28 gennaio 2016 - 784 letture

In questo articolo si parla di sanità, attualità, cgil, premi, sindacato, contrattazione, busta paga, Area vasta 2, funzione pubblica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/asZp





logoEV