30enne accusato di stalking viola il divieto di avvicinamento nel comune di Senigallia, ai domiciliari

controlli della polizia a senigallia 27/01/2016 - Controlli capillari sul territorio. Al termine dei posti di controllo, effettuati nella giornata di martedì dal personale del Commissariato di P.S. e della Polizia Stradale di Senigallia su disposizione del Questore di Ancona, gli uomini diretti dal Vice Questore Aggiunto Maurizio Licari hanno dato esecuzione ad un provvedimento di arresto emesso dall’A.G. nei confronti di un 30enne di Senigallia.

Il 30enne, resosi responsabile, qualche tempo fa, del reato di stalking nei confronti di una ragazza del posto, concretatosi poi in molestie telefoniche, pedinamenti e comportamenti aggressivi, era stato raggiunto da un provvedimento di divieto di avvicinamento nel comune di Senigallia.

Pertanto, a seguito degli accertamenti effettuati dal personale del Commissariato, dai quali è emerso che tale divieto era stato più volte violato, essendo stato visto nei luoghi frequentati dalla ragazza, l’A.G. ha disposto che il 30enne venisse ristretto agli arresti domiciliari. Provvedimento a cui la Polizia ha dato esecuzione martedì.

Nel corso dei servizi sul territorio, in cui sono stati impiegati 6 equipaggi della Polizia, sono state controllati 50 veicoli, oltre 100 persone (molte delle quali straniere), 8 persone sottoposte a misure ristrettive ed un esercizio dedito a sala giochi, dove sono state identificati gli avventori presenti, dei quali alcuni con precedenti penali.





Questo è un articolo pubblicato il 27-01-2016 alle 15:08 sul giornale del 28 gennaio 2016 - 1429 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, senigallia, Sudani Alice Scarpini, stalking, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/asYv





logoEV