La Lega Nord replica a Mangialardi: "Zaffiri eletto da persone oneste"

Lega Nord nuovo simbolo 26/01/2016 - Desidero rispondere in qualità di Coordinatore Cittadino della Lega Nord Senigallia, alle affermazioni assai discutibili e del tutto arbitrarie del Sindaco Mangialardi, su quale sia il suo pensiero sulla democrazia la diversità tra cittadini di serie A e B che traspare nel suo intervento.

Il riferimento è la risposta che egli dà al Consigliere Regionale e Segretario Provinciale della Lega Nord Sandro Zaffiri (bomba carta in Consiglio Comunale). Non mi intrometto e non espongo nessun commento, anche se c'è molto da rispondere al primo cittadino, ma lascio a Zaffiri, se lo vuole, il compito di farlo lui.

Io invece mi soffermo su due dichiarazioni, secondo me gravi, dove Mangialardi descrive l'elezione alla carica di Consigliere Regionale "immeritata". Informo che dietro il voto dato a Zaffiri, ci sono persone oneste e libere, e che per dire del Sindaco hanno il torto di non pensarla come lui e al suo partito di appartenenza. Secondo punto, mi piacerebbe sapere quali siano i comizi di Salvini, sempre a detta del nostro Sindaco, "provocatori".

Ricordo a Mangialardi quello che abbiamo subito noi e tanti cittadini durante il comizio per le amministrative qui a Senigallia con Salvini sul palco. Lancio di uova, ortaggi e bombe carta causando in quella occasione dei feriti. Ma si sa, per questi episodi ha vigliaccamente e deliberatamente taciuto, per non scontrarsi con i suoi supporter, loro si democratici, dei centri sociali, pagati e mantenuti dalla sua amministrazione. Quindi Sig. Sindaco, da lei non prendiamo e ne pretendiamo nessuna lezione di democrazia.

Sergio Taccheri, Coordinatore Lega Nord Senigallia





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-01-2016 alle 08:16 sul giornale del 27 gennaio 2016 - 608 letture

In questo articolo si parla di politica, lega nord, sergio taccheri

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/asU6





logoEV