Ancona: 40enne residente a Senigallia ai domiciliari, rintracciato in albergo. Denunciato

Polizia generico 23/01/2016 - Da soli in via Lamaticci. Veder scorrazzare liberamente nella mattinata di venerdì due bambini nordafricani di cinque e sei anni intorno alla stazione ha destato non pochi sospetti ai poliziotti a bordo di una Volante.

Gli agenti decidono quindi di effettuare un controllo, ma sono i due minori ad avvicinarsi attratti dai lampeggianti accesi. Rispondono a tutte le domande, dichiarando i rispettivi nomi e spiegando ai tutori della legge che abitano insieme alle loro famiglie nello stabile che si trova lungo il marciapiede che stavano percorrendo e che sono soli in quanto i genitori sono tutti al lavoro. Affermano di essere soliti rimanere in casa quando non ci sono i genitori, ma che il bel tempo li aveva spinti ad uscire per esplorare il quartiere. Esplorazione finita però con un’inaspettata e, a dire dei bambini divertentissima, gita in Questura per accertamenti.

Problemi in serata anche per un gruppo di ventuno nordafricani notati a stazionare in Piazzale Loreto, intrattenendosi tra urla e schiamazzi. Dal controllo sono risultati tutti in regola tranne una 30enne magrebina, clandestina, in Italia senza fissa dimora, che non aveva mai regolarizzato la sua posizione. Per questo ha ricevuto una denuncia.

E un’altra denuncia è andata invece ad un sorvegliato speciale: un 40enne pugliese residente a Senigallia che dal luglio 2015 era agli arresti domiciliari, ma che dopo la mezzanotte di venerdì è stato intercettato dalla Polizia in un albergo del capoluogo.


di Enrico Fede
redazione@vivereancona.it

 




Questo è un articolo pubblicato il 23-01-2016 alle 16:07 sul giornale del 25 gennaio 2016 - 1816 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, senigallia, stazione di ancona, denunce, abbandono di minori, obbligo di dimora, articolo, Enrico Fede

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/asPN