Cinema Gabbiano: al via un nuovo ciclo dei mercoledì d’Autore

22/01/2016 - Mai così ricco il ciclo dei mercoledì d’Autore organizzato al Cinema Gabbiano per la prima parte del 2016. Dopo l’apertura con l’evento speciale dei giorni scorsi, con la proiezione de “Il paese dei coppoloni” di Vinicio Capossela, la Sala della Comunità di Senigallia presenta ufficialmente il calendario delle prossime settimane.

Saranno proposte 10 pellicole, tutte caratterizzate da una straordinaria qualità artistica.

Mercoledì 27 gennaio, in occasione della Giornata della Memoria, sarà proiettato Il figlio di Saul, dell’ungherese Laszlo Nemes, che ha appena vinto il Golden Globe ed è considerato uno dei possibili vincitori anche nella corsa all’Oscar come miglior film straniero.

Il 3 febbraio si resterà parzialmente in tema con Il labirinto del silenzio di Giulio Ricciarelli. Si tratta di una produzione tedesca che racconta una storia ambientata nel 1958, quando un giovane procuratore rinverrà alcuni documenti che condurranno al processo contro alcuni importanti personaggi pubblici coinvolti negli stermini di Auschwitz.

Il 10 febbraio sarà la volta di Little Sister di Hokazu Koreeda. Il regista giapponese racconta la storia di tre sorelle che vivono insieme in una grande casa e un giorno, al funerale del padre che non vedevano da 15 anni, incontrano una timida sorellastra adolescente.

Si torna in Italia il 17 febbraio con Dobbiamo parlare, ultima fatica di Sergio Rubini. Fabrizio Bentivoglio e Isabella Ragonese sono con lui protagonisti di questa storia “tutta in una notte” che mescola sapientemente commedia e dramma interiore.

Due grandi produzioni campioni di incassi saranno proposte nelle settimane successive: il 24 febbraio toccherà a Steven Spielberg con Il ponte delle spie, un convinto apologo del diritto e della diplomazia ambientato in piena guerra fredda, con un bravo Tom Hanks e uno strepitoso Mark Rylance nella parte di una spia sovietica.

Il 2 marzo appuntamento invece con il Revenant - Redivivo di Alejandro González Iñárritu, che si preannuncia pellicola protagonista assoluta della stagione. Dopo il trionfo ai Golden Globe (conquistati i tre premi principali: miglior film, miglior regia e Leonardo Di Caprio miglior attore protagonista), è infatti in pole position anche per la serata degli Oscar, per i quali ha ottenuto ben 12 nomination. La proiezione avverrà proprio tre giorni dopo la “Notte degli Oscar”.

Mr. Holmes è il film d’autore in programma per mercoledì 9 marzo. Il regista Bill Condon ci offre un quadro singolare del celebre investigatore, mostrandocelo in pensione, intento a coltivare in campagna il suo hobby per l’apicoltura. Holmes viene qui descritto in tutta la sua umanità, anche grazie alla perfetta interpretazione di Ian McKellen.

Molto attesi sono anche i due film successivi della rassegna. Il 16 marzo sarà proposto Francofonia, del maestro russo Alexander Sokurov, designato Film dell’Anno dal SNCCI (il Sindacato nazionale dei Critici cinematografici italiani). Con quest’opera Sokurov ritorna al Louvre occupato dai nazisti per ribadire il ruolo salvifico dell’arte. E del cinema.

Mercoledì 23 marzo sarà invece possibile ammirare il nuovo adattamento shakespeariano del Macbeth diretto da Justin Kurzel. Michael Fassbender e Marion Cotillard sono i protagonisti di una pellicola che punta a rispettare la trama sottile dell’opera nella narrativa e nei dialoghi, cercando la modernizzazione della messa in scena.

La chiusura, il 30 marzo, sarà affidata a Freeheld di Peter Sollett. Basato su un cortometraggio documentario che vinse l’Oscar, narra la storia vera di una detective americana che con la sua compagna ingaggiò una battaglia legale per i diritti civili, fino a fare delle sue traversie un caso mediatico nazionale. Julianne Moore ed Ellen Page sono le bravissime protagoniste.

Le 10 proiezioni del ciclo saranno come sempre in programma alle ore 21.15 di ogni mercoledì.

I prezzi restano particolarmente contenuti (6 euro gli interi e 5 euro per ridotti e tesserati), nell'ottica di una politica diretta ad incentivare la visione del cinema d'autore e di conseguenza gli stimoli culturali per gli abitanti del nostro territorio.

Ricordiamo che è possibile acquistare i biglietti anche nelle serate precedenti alla cassa del cinema o direttamente online sul sito internet www.cinemagabbiano.it, garantendosi così il posto in sala e soprattutto evitando le eventuali code alla cassa.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-01-2016 alle 20:12 sul giornale del 23 gennaio 2016 - 621 letture

In questo articolo si parla di cinema, attualità, cinema gabbiano, senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/asOz





logoEV