Mangialardi sulla bomba carta: "Grave atto intimidatorio che non va minimizzato"

maurizio mangialardi 20/01/2016 - “Spero in uno scherzo o una goliardata, ma purtroppo penso che possa trattarsi di un vero e proprio atto di intimidazione".

 Così il sindaco Maurizio Mangialardi sull’esplosione avvenuta martedì sera nella Residenza municipale mentre erano in corso i lavori del consiglio comunale.

"Quanto accaduto è molto grave e non va minimizzato -aggiunge il primo cittadino- L’esplosione avvenuta a ridosso dell’aula dove erano in corso di svolgimento i lavori del consiglio avrebbe potuto davvero far male a qualcuno. Non va poi sottovalutato l’aspetto simbolico: chi ha lanciato il grosso petardo ha scelto di colpire quello che per definizione rappresenta il luogo della vita pubblica e democratica della città. Una ferita per la nostra comunità, che spero possa essere rimarginata dalla condanna forte, unanime e inequivocabile da parte di tutte le forze politiche e sociali della città. Pur nell’aspro confronto dialettico, l’amministrazione e il consiglio comunale hanno sempre lavorato e continueranno a lavorare nell’interesse dei cittadini. Dimostrazione ne sia il voto favorevole dato proprio ieri, poco prima dell’esplosione, da alcuni consiglieri di opposizione a importanti provvedimenti urbanistici proposti dalla maggioranza. Sono quindi certo che nessuno si lascerà intimidire da episodi pericolosi, sciocchi e soprattutto inutili come questo”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-01-2016 alle 12:08 sul giornale del 21 gennaio 2016 - 1666 letture

In questo articolo si parla di comune di senigallia, maurizio mangialardi, senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/asHK


Ci vuole assolutamento la scorta per il Sindaco!




logoEV