1,4 milioni di euro per la manutenzione straordinaria di strade e piste ciclabili, Mangialardi: 'Sicurezza e decoro urbano le priorità'

18/01/2016 - La giunta comunale avvia il restyling delle strade e delle piste ciclabili cittadine del centro e delle frazioni approvando sei importanti interventi per un investimento complessivo di 1,4 milioni euro. La durata prevista dei lavori dovrebbe coprire l’intera primavera, da marzo a giugno.

Nel centro storico (250 mila euro), gli interventi interesseranno via Portici Ercolani, nel tratto tra l'intersezione con ponte Garibaldi a quella con ponte 2 Giugno, piazzale della Libertà, nel tratto adiacente la rotatoria del sottopassaggio ferroviario, via Zara, via Toscana, via Spontini, nel tratto compreso tra l'intersezione con via Ugo Bassi e quella con il piazzale della Libertà.

Al quartiere Saline (180 mila euro), la manutenzione straordinaria riguarderà via delle Rose, via dei Garofani, via delle Orchidee e via dei Ciclamini; mentre le piste ciclabili che saranno oggetto di lavori di resinatura (160 mila euro) saranno quella del lungomare di levante, quella di via delle Rose, via dei Garofani e viale dei Gerani, e quella di via Bramante.

Interventi di risanamento conservativo, invece, saranno realizzati in via Botticelli, fino all’incrocio con via Piero della Francesca, e via Tintoretto (270 mila euro); sulla strada delle Saline, nel tratto compreso tra l'intersezione con via Tolomeo e quella con via Galilei (325 mila euro); e sui marciapiedi di via Campanella e via Vico (115 mila euro).

“Grazie alle risorse liberate dalla Legge di Stabilità approvata dal Parlamento – afferma il sindaco Maurizio Mangialardi – dopo anni di difficoltà, dettate dai tagli e dal patto di stabilità, torniamo a investire nella manutenzione delle nostre strade per garantire anzitutto la sicurezza dei cittadini e il decoro urbano. Grazie a un bilancio virtuoso, l’amministrazione si è fatta trovare pronta per intercettare la “finestra” aperta dal governo per il 2015. Ovviamente, sappiamo che sono ancora molti gli interventi da realizzare sul nostro territorio, ma i tempi ridotti per la programmazione ci ha costretto ad adottare dei criteri di priorità. Di sicuro, faremo in modo la città sia pronta ad accogliere il grande flusso del turismo estivo”.

“La necessità di impegnare tali risorse entro il 31 dicembre dello scorso anno – aggiunge l’assessore ai Lavori pubblici Enzo Monachesi – ha costretto i nostri uffici a progettare gli interventi nello spazio di appena 20 giorni. Ciò, inevitabilmente, ci ha portato a individuare lavori di manutenzione straordinaria sulla base di situazioni di particolare pericolosità e che non necessitavano di pareri e studi preparatori”.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-01-2016 alle 16:58 sul giornale del 19 gennaio 2016 - 1911 letture

In questo articolo si parla di comune di senigallia, politica, strade, senigallia, piste ciclabili, manutenzione straordinaria

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/asDG


Marco Lava

18 gennaio, 17:13
Quando una pista ciclabile (o comunque un progetto serio) sul Lungomare Mameli, ovvero marina vecchia.....???

Antonella lanari

19 gennaio, 07:08
E il Viale 4 Novembre??

Premesso che ben vengano i lavori indicati, in particolare in zona Saline, ma possibile che non vengano stanziati dei fondi per il rifacimento di via Cellini? La strada si trova in uno stato molto degradato da anni ed è una delle più trafficate di Senigallia. Capisco che l'obiettivo è di spostare il traffico sulla complanare, ma la strada rimane di notevole importanza, in particolare per il transito degli studenti della Scuola Mercantini, del centro commerciale, della zona del poliambulatorio ecc. Mi sembra una valutazione impossibile da non tenerne conto.

Concordo con la sistemazione della via Cellini ma ci aggiungerei anche la Via G. Fiorini, ex Mattei ed Ex Strada di Mezzo. In altre parole quel tratto di strada che collega la Bruciata fino
all'innesto della Complanare Nord.

Assolutamente giusto. E' tutto il tragitto della zona nord alternativo alla statale che è parecchio disastrato.

Per carità, evviva la mobilità sostenibile per tutti evviva le ciclabili messe a posto, ma prima di sistemare via cellini che ancora si cammina vedete di sistemare le strade a Roncitelli prima che si ammazza qualcheduno o si finisce isolati

Marco Coppa

20 gennaio, 09:28
Viale Anita Garibaldi no? I rattoppi al manto stradale sono già tutti da rifare visto le enormi radici dei pini che rompono la strada. Non parliamo poi dei marciapiedi...perchè si chiamano marciapiedi?perchè ci sono dei marciapiedi in Viale Anita Garibaldi? Oltre che di decoro urbano qui si parla anche di incolumità delle persone.
E' una strada trafficata, passano auto, autobus di continuo, gli scolari devono fare ogni mattina un percorso ad ostacoli per evitare radici, buche e quant'altro...
Pensate sia ora di fare qualcosa?
Non capisco il motivo per cui le vie meno trafficate vengano rimesse a nuovo (come Via Bolzano) con tanto di abbattimento alberi e rifacimento dei marciapiedi, e invece le vie più trafficate lasciate allo sbando.
Mi raccomando, non fate sciocchezze