Ciclocross: Senigallia e le Marche in Tricolore

11/01/2016 - Dal “Barbarino” Americo Severini (quattro podi mondiali e tre titoli nazionali tra i professionisti negli Anni ’50 – ’60) all’ultima nidiata dei verdissimi, transitando per corridori-promotori come l’ostrense Francesco Cingolani (tricolore tanto nel cross quanto in sella alla mountain bike).

Ma passando anche per la illuminata ‘tenacia’ organizzativa (dai Tricolori amatoriali all’Adriatico Cross Tour ostraveterano). Ovvero: Senigallia, le Valli Misa-Nevola e le Marche ai piani più alti ciclocampestri. Gabriele Torcianti infila il secondo titolo consecutivo, confermandosi  bella speranza pratistica. Il senigalliese di Marzocca onora la prestigiosa casacca del Trentino Cross Smp, mettendo in fila tutti gli esordienti del secondo anno (classe 2002) nel Campionato Italiano Ciclocross ospitato nella località friulana di Monte Prat, a Forgaria nel Friuli, in provincia di Udine.

Le Marche fanno il pieno nella categoria, inserendo un altro bel talento nella top ten: l’ostrense Federico Bracci, ottavo per i colori del marzocchese Olimpia Team Bike. Argento pesante conquistato dal master Emanuele Serrani (Pedale Aguglianese), singolare ed esemplare figura di atleta, tecnico, organizzatore e dirigente federciclistico. Piazzati: l’esordiente Giorgia Simoni (16^), lo junior Alessio Pignocchi (32°), la junior Alice Torcianti (17^), l’under Michele Minucci (28°), gli élite Riccardo Costantini (23°) e Pietro Pavoni (24°). Ai piani più alti, dominano l’élite valtellinese Gioele Bertolini (Esercito) e l’under 23 Nadir Colledani (consocio di Torcianti).

In chiave rosa, ennesimo sigillo dell’élite Eva Lechner (Luna – Esercito); ori per l’under Alice Marzia Arzuffi (Selle Italia - Guerciotti), la junior Francesca Baroni, le allieve Alessandra Grillo e Nicole Fede, le esordienti Elisa Rumac e Nicole Pesse, le women Marika Passeri, Chiara Selva e Paola Maniago. Sul primo gradino del podio salgono l’esordiente primo anno Gabriel Fede (Cadrezzate), gli allievi Tommaso Bettuzzi (Cadrezzate) e Filippo Fontana (Sanfiorese), lo junior Jakob Dorigoni (Team Südtirol).  Gli scudetti amatoriali premiano Michele Piras, Simone Cusin, Mirco Balducci, Massimo Folcarelli, Sauro Nocenti, Flavio Zoppas, Michele Feltre. A fare la differenza  sono soprattutto le insidie altimetriche e i passaggi tecnici. A tutti va l’apprezzamento di Daniele Pontoni (plurimondiale icona del cross e primo punto di riferimento dello staff organizzatore).





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-01-2016 alle 19:00 sul giornale del 12 gennaio 2016 - 1093 letture

In questo articolo si parla di sport

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/asoE