Ostra: al teatro La Vittoria va in scena "Valeria Moriconi, inventare le vite degli altri"

07/01/2016 - Sabato 9 gennaio alle ore 21.15 al Teatro La Vittoria di Ostra andrà in scena “Valeria Moriconi, inventare le vite degli altri” nell’ambito della Rassegna Pigmenti, organizzata dal Teatro Valmisa, con la collaborazione dei Comuni di Senigallia, Ostra e Corinaldo.

Lo spettacolo che Lucia Bendia ha  interpretato nel settembre scorso, nato da un’idea di Giovanni Oliva e commissionato per la quindicesima edizione del Festival Pergolesi Spontini per ricordare la grande attrice jesina a dieci anni dalla scomparsa.   “Mi terrorizza che si parli di me quando non ci sarò più, perché si dicono tante cazzate quando uno è morto e non ci si può più difendere.

Quando questo passaggio si è concluso, basta basta basta! ….Non ho nemmeno intenzione di scrivere le mie memorie perché sarebbero false. Le memorie si scrivono per apparire interessanti e quindi la verità viene cambiata….Vorrei essere dimenticata piuttosto che essere raccontata male”.  Così dichiarò Valeria Moriconi al Messaggero in un’intervista del 1991: che fare allora per ricordarla? Quale omaggio renderle dal momento che ci è impossibile dimenticarla? L’unica era cercare una strada perché si raccontasse da sé, attraverso il qui ed oradi una sorta di diario che non avesse il tempo di diluirsi nella “memoria” che travisa per ingentilirsi e accattivare un lettore futuribile.   Gabriele Marchesini, drammaturgo e regista, è andato a rovistare in quello scrigno prezioso che è lo “specchio” dedicatole da Franco Cecchini, raccolta esaurientissima di interviste, appunti e annotazioni che somiglia a una sorta di reportage fatto per autoscatti dal 1957 al 2004 e che ci racconta la donna e l’attrice senza rincorrere la coerenza pretesa da un editor ma con l’immediatezza delle istantanee.   

La voce di Lucia Bendia sarà quella di ognuno di noi mentre leggiamo queste pagine palpitanti di vita vissuta; accanto a lei Susanna Bertuccioli, prima arpa del Maggio Musicale Fiorentino, offrirà un contrappunto di ricordi, emozioni, evocazioni in un caleidoscopio musicale da Hindemith a Britten attraverso le sfumature di Violeta Parra, Nino Rota, Charlie Chaplin e qualche sorpresa.   I biglietti, del costo di 10 Euro, sono in vendita presso Fototecnica Ubaldi, Piazza dei Martiri, 14, Ostra AN 07168079. Oppure presso la biglietteria del Teatro La Vittoria di Ostra, dalle ore 19. Non resta che darci appuntamento al prossimo spettacolo della Rassegna Pigmenti Teatro Valmisa che sarà il 14 gennaio ore 21.15 presso il Teatro Carlo Goldoni di Corinaldo, con “Carmen che non vede l’ora” del duo Bartolini/Baronio.  







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-01-2016 alle 12:03 sul giornale del 08 gennaio 2016 - 908 letture

In questo articolo si parla di ostra, spettacoli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/asfU





logoEV