Gestione associata del Suap di Senigallia con Montemarciano: M5S auspica un potenziamento del personale

palazzo della nuova gioventù 22/12/2015 - Il giorno 16 dicembre 2015, alla III Commissione consiliare, si è discusso della convenzione da stipulare tra il Comune di Senigallia ed il Comune di Montemarciano in merito alla gestione in forma associata dello Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP).

Il Consigliere Marco Bozzi, presidente della III Commissione, nel riconoscere la bontà del progetto ed i benefici che il cittadino trarrebbe da tale gestione associata, ha sollevato però la delicata questione della carenza di personale all’interno dell’ufficio SUAP di Senigallia. Infatti inizialmente il SUAP gestiva solo le pratiche del Comune di Senigallia relative alle attività produttive (compresa l’edilizia produttiva) ed al suo interno era presente un tecnico incaricato di istruire tali pratiche. Successivamente è stata istituita una gestione in forma associata con il Comune di Trecastelli e con quello di Ostra e sempre un solo tecnico è rimasto ad istruire tutte le pratiche provenienti dai tre Comuni, se non per la collaborazione sporadica di un nuovo dipendente assunto con un contratto di lavoro a tempo parziale.

A breve, con la stipula della convenzione per la gestione in forma associata del SUAP con il Comune di Montemarciano, sempre lo stesso tecnico si vedrà aumentare il carico di lavoro già attualmente insostenibile.

Visto che il SUAP di Senigallia, per la competenza e l’efficienza delle persone che vi lavorano, rappresenta un motivo di vanto per il nostro Comune nonché un modello da imitare per gli altri, tanto che è stata istituita questa gestione in forma associata proprio per la qualità del servizio offerto, il Consigliere Marco Bozzi, durante lo svolgersi dell’incontro della III Commissione Consiliare, ha proposto di spostare all’ufficio SUAP almeno un altro tecnico presente all’interno dei due uffici relativi all’Edilizia Privata (l’ufficio Sportello Unico per l’Edilizia e l’ufficio Urbano per lo Sviluppo Sostenibile), che insieme contano otto tecnici, in modo da riuscire a mantenere alta la qualità del servizio, e soprattutto perché sovraccaricare di lavoro un solo dipendente è assolutamente un atteggiamento ingiustificato ed immotivato quando è possibile fornirgli un aiuto che può provenire dall’interno dello stesso Comune, semplicemente spostando del personale con le medesime competenze tecniche, da un ufficio ad un altro; e se è vero che tutto ciò che è edilizia produttiva (cioè non residenziale) passa per il SUAP, la scelta ottimale probabilmente sarebbe quella di portare due tecnici in esso.

Visto il parere favorevole riscosso dalla proposta del Consigliere Marco Bozzi da parte degli altri Consiglieri presenti in III Commissione, il MoVimento Cinque Stelle auspica di trovare lo stesso atteggiamento propositivo durante la prossima seduta del Consiglio Comunale, in cui si discuterà anche di questo.

 


da Riccardo Mandolini e Marco Bozzi
consiglieri comunali M5S




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-12-2015 alle 19:29 sul giornale del 23 dicembre 2015 - 484 letture

In questo articolo si parla di montemarciano, politica, senigallia, riccardo mandolini, suap, M5S, palazzo della nuova gioventù, Marco Bozzi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/arVf