M5S: "Che sbadato! Il Sindaco s’era dimenticato del progetto Orti del Vescovo"

17/12/2015 - Venerdì 11 dicembre s’è concluso in Commissione consiliare l’esame delle osservazioni presentate alla Variante al PRG “Misure per l’accoglienza e l’inclusione sociale e la sicurezza idrogeologica”.

Il MoVimento 5 Stelle s’è astenuto dall’approvare l’approfondimento della pratica in quanto, la scorsa estate, avevamo chiesto inutilmente che la Variante fosse ripubblicata o riadottata, e che venissero istituite commissioni per meglio analizzare l’argomento. Per di più nel prossimo mese di gennaio accadrà che, contestualmente all’usuale espressione di parere sulle osservazioni, il Consiglio Comunale dovrà votare un “ Documento programmatico complementare” riguardante 7 di quelle osservazioni che, ci è stato anticipato, non potranno essere accolte ma che, considerate “strategiche” perché coinciderebbero (casualmente?) con le “linee politiche” della Giunta comunale, darebbero il via ad un’ulteriore Variante da predisporre senza indugio.

Cosa c’entri con la procedura per l’esame delle osservazioni quel Documento ancora non ci è dato saperlo con esattezza, anche se qualche dubbio ci sta venendo, ad esempio sul perché il Sindaco abbia già deciso di cambiare le sue “linee politiche”. E siccome siamo soliti voler vedere anche con i nostri occhi, abbiamo richiesto copia completa di tutte le 99 osservazioni pervenute in quanto riteniamo che alcune di quelle schede di sintesi, su cui si è dovuto lavorare in Commissione, vadano proprio approfondite. Una per tutte l’osservazione n°30 che, pur non citandoli, sembra fatta apposta per gli Orti del Vescovo. Non è strano infatti che per questa Variante, sponsorizzata prima delle elezioni come quella della “sicurezza idrogeologica” poiché nelle aree perimetrate nella tavola P.6.1 (sono quelle colorate nell’allegato, praticamente quasi tutto il territorio comunale antropizzato) non si potevano più realizzare interrati da subito, per l’applicazione delle misure di salvaguardia, ed essendo noi ancora in attesa della notizia dell’approvazione del progetto esecutivo dell’ormai famoso PIPERRU (Orti del Vescovo) in cui, nell’isolato dove sono previsti gli alloggi, ci sarà anche - purtroppo - un grande piano interrato a ridosso del fiume Misa, esca ora fuori dal cilindro l’OSSERVAZIONE N°30 che permetterebbe, se approvata, di cancellare quell’evidente ostacolo, ma consentendosi così di realizzare ovunque gli interrati, fino a quando la Variante non sarà approvata?

In sostanza, se questa era la Variante dello stop ai piani interrati e, quindi, della SICUREZZA SUBITO (ricordiamo che la sua adozione è avvenuta il 31 marzo, a due soli mesi dalle elezioni), diventa ora la Variante della SICUREZZA DOPO … che si saranno sistemati alcuni progetti. Per noi non è cosa da poco e, se l’osservazione n°30 passerà come temiamo (d’altronde è stata formulata dallo stesso progettista/istruttore), chiederemo che la Variante venga ripubblicata perché la modifica sarà davvero sostanziale, per cui tutti i cittadini dovranno poter esprimere le loro osservazioni od opposizioni in merito. Ma intanto il recupero dell’isolato Orti del Vescovo, con il suo interrato, potrà essere approvato, e nulla più potrà fermarlo.


da Riccardo Mandolini e Marco Bozzi
consiglieri comunali M5S






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-12-2015 alle 08:24 sul giornale del 18 dicembre 2015 - 919 letture

In questo articolo si parla di politica, riccardo mandolini, M5S, Marco Bozzi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/arIK