Corinaldo: no ai botti di capodanno. La Polizia Locale intensifica i controlli

Botti di Capodanno 16/12/2015 - Anche quest'anno, con l'avvicinarsi delle festività di San Silvestro, tornano i consueti "botti di capodanno", una pratica che da anni vede il consumo di petardi, spari e fuochi d'artificio a ridosso del 31 dicembre ed i giorni immediatamente successivi.

Una pratica pericolosa che può provocare danni e lesioni alle persone. Senza dimenticare i disturbi e traumi che i rumori assordanti provocano negli animali.

Anche per quest'anno, l'Amministrazione Comunale e in particolar modo il Sindaco Matteo Principi, rivolge un invito a tutti i cittadini per il rispetto della quiete comune e la sicurezza delle persone e degli animali. Un appello a tutti e ovunque a non effettuare spari o botti, a non accendere petardi o fuochi d'artificio.

Un invito che verrà accompagnato da una intensificazione dei controlli da parte della polizia Locale sul rispetto delle norme previste nel Tulps, che prevede il divieti di usare materiale pirotecnico e petardi in luoghi pubblici o di uso pubblico o luoghi privati da cui possono essere raggiunte i interessate direttamente aree e spazi ad uso pubblico.

"Natale e capodanno sono giorni di festa e di divertimento -sottolinea il primo cittadino, Principi-. Un periodo di gioia da passare insieme, con la famiglia, con gli amici e con i nostri animali domestici. La pratica dei petardi a capodanno, oltre ad essere rischiosa per l'incolumità delle persone, provocano danni e traumi agli animali. L'invito rivolto a tutta la comunità è quello di festeggiare senza questi rumori assordanti, per il rispetto di tutti."


 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-12-2015 alle 14:40 sul giornale del 17 dicembre 2015 - 1081 letture

In questo articolo si parla di politica, comune di corinaldo, corinaldo, capodanno e piace a eneabartolini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/arGD





logoEV