Dal liceo all'Università: ottimi risultato della Fondazione Agnelli per il Perticari

perticari 15/12/2015 - Dicembre, ci siamo. Si avvicina il momento dell'iscrizione alla scuola superiore per chi frequenta la terza media. Soppesate attitudini ed aspirazioni, valutati gli sbocchi professionali, ascoltati i consigli di professori e genitori, chi ora ha tredici anni si accinge a fare una scelta importante, anzi decisiva per il proprio futuro.

Scelta personale e meditata, magari sostenuta anche con l'aiuto di Eduscopio 2015, il portale della Fondazione Agnelli che valuta la qualità di 4400 licei e istituti tecnici in tutta Italia. La consultazione del portale è semplice e gratuita. Ogni ragazzo/genitore indica quale scuola/indirizzo ha scelto e seleziona il comune di residenza. A quel punto schiacciando il pulsante "cerca" ottiene la lista delle scuola migliori dell'area circostante. Dimmi come vai all'università — e per università si intendono tutte le facoltà, dell'area sia scientifica sia giuridica sia umanistica — e ti dirò se hai fatto una buona scuola. Il metro di misura è essenzialmente la capacità di preparare ed orientare gli allievi agli studi universitari. La fondazione Agnelli ha analizzato i risultati al primo anno di università di 700mila diplomati italiani sulla base dei voti agli esami e dei crediti conseguiti nella scuola superiore. Un criterio semplice e trasparente per capire il valore del lavoro delle scuole superiori.

Ma veniamo ai dati. Un risultato eccellente e di primo piano per il Liceo Perticari di Senigallia. Selezionando i licei classici della Provincia di Ancona in un raggio d'azione di 30 km., il primo posto assoluto spetta al Liceo Perticari che si posiziona davanti al Vittorio Emanuele II di Jesi, al Guido Nolfi di Fano e al Carlo Rinaldini di Ancona con un indice FGA (indice che mette insieme la Media dei Voti e i Crediti Ottenuti normalizzati in una scala che va da O a 100, dando un peso al 50% ad ognuno dei due indicatori) di 80.26 contro i 77.2 del Vittorio Emanuele, il 75.72 del Nolfi e il 73.75 del liceo dorico.

Cosa scelgono, a diploma conseguito, gli immatricolati ? E' necessario, a questo punto, sfatare un altro luogo comune privo di fondamento, ovvero la propensione degli studenti del liceo classico per gli studi universitari umanistici. Dati alla mano, il liceo classico si conferma, ancora nel 2015, come ottimo trampolino di lancio per studi universitari di qualunque area: da quella — certamente — umanistica (23.4%), a quella giuridico-politica (21.9%), a quella scientifica (19.6 %) con una punta di immatricolazioni e di successo formativo al primo anno in una facoltà dell'area medica (i termini medici sono un calco della lingua greca) pari al 9% contro il 3,8 % del liceo scientifico Medi. In conclusione, è statisticamente dimostrato ed è un dato certo che il liceo Perticari fornisce buone basi per il proseguimento negli studi universitari così come evidenziato dalla Fondazione Agnelli.

Oltre a ciò, noi operatori ed educatori del Liceo Perticari vogliamo ribadire a chiare lettere, specialmente in un momento di crisi dei licei classici come quello attuale sul piano nazionale, il legame molto stretto tra studi classici e successo universitario, anche nell'ottica della rivalutazione dei beni culturali come risorsa economica e di vita. Con l'autonomia, poi, e con l'organico potenziato della nuova legge sulla Buona Scuola, si andrà, inoltre, a modificare il piano di studi, integrando insegnamenti quali diritto ed economia, potenziando la matematica e mettendo in primo piano le lingue con la possibilità di studiare una seconda lingua moderna. Dunque, auguriamo ai nostri tredicenni buona scelta! Buona scelta di scuola e di vita!





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-12-2015 alle 17:42 sul giornale del 16 dicembre 2015 - 1102 letture

In questo articolo si parla di scuola, attualità, Liceo classico G. Perticari

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/arFt





logoEV