Investita mentre attraversa la strada, grave una 47enne

ambulanza 13/12/2015 - E' ricoverata in prognosi riservata all'ospedale regionale di Torrette una 47enne di Arcevia, investita da un'auto l'altro giorno alla Cesanella, mentre stava attraversando la strada in via Raffaello Sanzio.

La donna è stata travolta da una Fiat Punto condotta da un 35enne di Falconara, che ha subito chiamato il 118. Sul posto è intervenuta anche la polizia municipale. Soccorsa e trasportata al pronto soccorso dell'ospedale di Senigallia, la donna ha riportato un trauma cranico e numerose lesioni al volto.

Dopo i primi accertamenti, la gravità delle ferite riportate ha indotto il medico a disporre il trasferimento d'urgenza all'ospedale di Torrette. L'auto dell'uomo è stata sottoposta a sequestro.





Questo è un articolo pubblicato il 13-12-2015 alle 16:03 sul giornale del 14 dicembre 2015 - 2744 letture

In questo articolo si parla di cronaca, cesanella, ambulanza, incidente stradale, marco vitaloni, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/arzz


Auguri di pronta guarigione.
Speriamo che i prossimi non siano a Marzocca e Cesano, gli attraversamenti della s.s. 16 nelle frazioni / quartieri , data la scarsa educazione stradale degli automobilisti, vanno protetti da semafori a chiamata pedonali e non da luci lampeggianti stile natalizie.. ma l'amministrazione "non ha risorse".. per questo.

Brutta storia come se ne ripetono troppe a Senigallia.

Questa mattina un ciclista, all'improvviso, ha attraversato sulle strisce senza scendere dalla bici. Ovviamente ho frenato e l'ho evitato.

Bisognerebbe stare un po' più attenti quando si attraversa la strada e, naturalmente, anche i conducenti di veicoli che transitano dovrebbero essere un po' più calmi.

Sembra che un sacco di gente usi la strada per sfogare le proprie frustazioni e, francamente, non se ne capisce il motivo.

L'amministrazione comunale dovrebbe, forse, attrezzarsi con telecamere disseminate qua e la per rilevare infrazioni più o meno gravi.

Sarebbe anche più semplice identificare eventuali infrazioni sul divieto di transito per inquinamento e presumibilmente, divieto di transito dei mezzi pesanti all'apertura della complanare (come auspicabile).

Il costo sarebbe oneroso quanto sostenibile ma, è presumibile, migliorerebbe la qualità della vita dei cittadini e suggerirebbe agli esaltati della guida, un po' troppi, ad usare i veicoli per la funzione per cui sono stati creati.

gino serretti

20 dicembre, 15:32
I ciclisti hanno l'obbligo di scendere dalla bici quando attraverso la strada sulla striscie PEDONABILI !! Questi vanno multati.




logoEV