Sant'Angelo. Un lettore: perché dobbiamo pagare per le luminarie del centro e non avere nemmeno una decorazione?

Luminarie Natale 09/12/2015 - Quest'anno fa molto piacere girare per le vie di Senigallia e godere dell'atmosfera natalizia data dalle belle luminarie messe dal comune. Campane, ghirlande, alberelli colorati e una pioggia di luci: nonostante la "crisi", la citta si illumina per il Natale. Ma non in periferia.

Come tutti gli anni la periferia e nello specifico la frazione di Sant'Angelo, dove io vivo, non è stata affatto considerata anche se gli oltre 830 abitanti, come me, pagano le tasse comunali contribuendo di fatto alla realizzazione degli addobbi anche nel centro città.

Capisco che a Sant'Angelo le attività commerciali sono quasi assenti e quindi non possono contribuire alla spesa e a maggior ragione che il comune potrebbe provvedere a far vivere la magia del Natale anche ai bambini e agli anziani (ce ne sono tanti) di Sant'Angelo che magari non si posso muovere e quindi godere delle luminarie del centro.





Questo è un articolo pubblicato il 09-12-2015 alle 10:35 sul giornale del 10 dicembre 2015 - 1668 letture

In questo articolo si parla di sant'angelo, natale, luminarie, un lettore di Vs

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/arrr


Ha ben da dire e da lamentarsi, ma le cose che non vanno a Sant’Angelo sono tante e l’Amministrazione, più volte sollecitata, ha fatto e fa finta di niente come tutto fosse perfetto. Non sono bastati 5 anni di pietosi e inconcludenti incontri per risolvere un solo problema della frazione. Ritornando all’illuminazione direi che prima di pensare alle luminarie l’Amministrazione dovrebbe preoccuparsi di rendere sicure quelle vie comunali della frazione ancora prive di qualsiasi illuminazione.

Purtroppo credo che non sia solo per Sant'Angelo, ma per tutte le frazioni.
Ma come giustamente fa notare questo comunicato, le luminarie sono diventate ormai (o lo sono sempre state) ad uso delle attività commerciali del centro della città, tant'è vero che ci sono contributi degli stessi negozianti.
Poi con le tassazioni sulle attività commerciali si riescono a recuperare un pò dei soldi che servono al Comune per i servizi per tutti, frazioni incluse (non entro nelle discussioni di quanti €, che sarebbe probabilmente senza costrutto alla situazione attuale).

Con pochissimi euro, si possono addobbare i propri balconi e finestre....... non sarebbe male.

Ma con un po di buona volontà il Centro Sociale Sant'Angelo che fa diverse attività durante l'anno potrebbe raccogliere dei fondi per le luminarie Natalizie. O mi sbaglio?

La buona volontà dei privati non deve essere sempre una alternativa all'assenza delle amministrazioni. Perché si deve sempre muovere la gente quando già si muove abbastanza per pagare il dovuto? Alle necessita della popolazione deve provvedere il comune visto che il tutto è già ben pagato.




logoEV