Alla Chiesa dei Cancelli il concerto danzato “Centilene, olio e lume di candela”

Chiesa dei Cancelli 09/12/2015 - Giovedì 10 dicembre, alle ore 21, alla Chiesa dei Cancelli di Senigallia l’Associzione “Non canto per cantare” presenterà il concerto danzato “Centilene, olio e lume di candela” Ninnenanne tra Mediterraneo e Mitteleuropa, popolari e d'autore, caratterizzate da una sensibilità affettiva, in cui solitudine e preoccupazioni si fondono con elementi magici.

La “centilena” era dalle nostre parti la lampada a carburo di acetilene; per la sua luce bianca e persistente, aveva sostituito nel recente passato l’illuminazione ad olio e a lume di candela che rischiarava in campagna i lavori ad ago notturni delle  donne, accompagnati dai racconti e dai canti della tradizione. In un momento storico in cui le discussioni “ di genere” sono così vivaci, proponiamo un programma di brani legati all’universo femminile da un cordone che trova le sue radici storiche nell’esclusione sociale e nelle contraddizioni di un rapporto intenso quale quello madre-figlio. Interventi danzati a cura di Hxp sottolineano e rimandano con la poeticità del gesto la dolcezza, la malinconia e la magia che questa musica così particolare crea.

L’Associazione è composta da Antonella Vento e Alen Abdagić canto, Daniele Streccioni fisarmonica, Giovanni Spinozzi chitarra, Paola Pancotti e Mauro Balducci flauti e sax, Claudio Mercanti viola. Protagonisti delle danze: Christiane Hunger, Zaccaria Verrocchio, Stefania Zepponi.

Le coreografie, di Stefania Zepponi, si sono ispirate alla dolcezza della musica, agli elementi magici sottesi nei testi, all'universo della danza popolare che con la semplicità dei gesti e delle figure cerca invece la possibilità dell'incontro e della condivisione. Hexperimenta è una Associazione che opera nel campo della danza contemporanea, sia con corsi, seminari e workshop, sia con produzione di spettacoli e performance. Organizza anche eventi che promuovano la cultura della danza, intendendola come arte che possa influire con il suo fare nella cultura e nella società. Stefania Zepponi è la direttrice artistica dell'Associazione; a contatto con alcuni dei più grandi coreografi della scena internazionale indirizza la sua ricerca verso una modalità di lavoro rispettosa dell’unicità di ogni persona e della sua peculiare possibilità comunicativa attraverso il movimento.

 


da Associazione “Non canto per cantare”




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-12-2015 alle 16:34 sul giornale del 10 dicembre 2015 - 575 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/arrp





logoEV