Raffica di furti nei negozi del centro: i carabinieri arrestano due pakistani

27/11/2015 - Hanno svaligiato numerosi negozi del centro storico. Pensavano poi di farla franca ma le telecamere li ha incastrati e i Carabinieri di li hanno arrestati. In manette due pakistani.

I Carabinieri della Compagnia di Senigallia, all’alba di venerdì, hanno arrestato due persone per concorso in furto aggravato e continuato e ricettazione. Si tratta di due pakistani di 31 e 27 anni, senza fissa dimora, in possesso di permesso di soggiorno per motivi lavorativi. Il 31enne è in possesso di una carta di identità rilasciata dal Comune di Busto Arsizio (VA).

Entrambi hanno piccoli precedenti penali. La pattuglia del Nucleo Radiomobile, a seguito di telefonata giunta sul “112”, è intervenuta in Corso II Giugno al “Bar del Corso”, dove un’inserviente, andando ad aprire il bar, intorno alle cinque della mattina, si è accorta che la porta d’ingresso era stata forzata con la rottura del vetro. Sul posto è subito arrivato anche il titolare del bar. I Carabinieri hanno a quel punto acquisito i filmati delle telecamere a circuito chiuso, accertando che due individui, agendo con il volto coperto, poco prima si erano introdotti all’interno del bar ed avevano sottratto il denaro presente nel cassetto del registratore di cassa. Prima di uscire avevano anche preso una bottiglia di vino a testa. I Carabinieri, che si sono messi subito alla ricerca dei due, li ha riconosciuti all’interno della Stazione Ferroviaria con le bottiglie di vino appena rubate ancora tra le mani.

I due alla vista dei militari hanno tentato la fuga ma sono stati prontamente raggiunti e bloccati nel sottopassaggio dopo un breve inseguimento a piedi. Addosso i pakistani avevano due zaini contenenti 1450 euro in banconote vario taglio, 2 marsupi con 367 euro in monete di vario taglio di cui 47 euro raccolte in rocchetti di carta, un Ipad mini, un Ipod, 14 telefoni cellulari di varie marche, 6 orologi, 2 tronchesi di grosse dimensioni, un crick auto, e altro materiale arraffato di scarso valore. Le indagini hanno consentito di appurare che la refurtiva proveniva da furti commessi, nel corso della notte, all’interno di numerosi esercizi pubblici e commerciali, al cui interno si erano introdotti con l’uso delle tronchesi. Si tratta del bar Carducci Caffe’, in via Carducci, dove i due avevano rotto il vetro della finestra laterale e sottratto 70-80 euro in monete e 50 euro in banconote, il negozio “Alimentari da Angela”,  sempre in via Carducci, dove, mediante rottura del vetro della porta d’ingresso, avevano rubato monete ed un paio di occhiali, la  “macelleria Halal”, in via San Giovanni, dove avevano tagliato le sbarre di una finestra posta sopra la porta di ingresso ed il relativo vetro. All’interno si sono impossessati di un barattolo contenente 50 euro in monetine e 30 euro in banconote. All' Istambul Kebab”, in via Dogana Vecchia, dove anche li hanno tagliato le sbarre di ferro di una finestra laterale e rotto il vetro. All’interno hanno trafugato 100 euro in monete, tra cui i rocchetti, e 600 euro in banconote oltre a tre banconote turche. La refurtiva e gli arnesi da scasso sono stati sottoposti a sequestro.

Ma i furti commessi nella notte dai due non finiscono qui: presso City Dog di Federica Tarducci (a cui si riferiscono le ultime foto della galleria) hanno rubato un PC portatile ed altri commercianti stanno denunciando i furti subuti proprio in queste ore. Le indagini proseguono per risalire agli altri furti. I due arrestati dopo le operazioni di identificazione sono stati condotti nel carcere di Montacuto a disposizione della Procura della Repubblica di Ancona.







Questo è un articolo pubblicato il 27-11-2015 alle 14:10 sul giornale del 28 novembre 2015 - 3769 letture

In questo articolo si parla di cronaca, furti, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aqZm


Che due persone vengano da fuori città, scendano dal treno, trascorrano la notte a rubare e far danni e la mattina riprendano il treno come se nulla fosse mi sembra irreale.
Grazie ai Carabinieri che li hanno presi quasi subito.

Non è molto irreale, perché anche quando li prendono poi è raro che stiano in prigione a lungo, come testimoniano i "piccoli precedenti penali" che probabilmente sono altre scorribande di questo tipo.

Per fortuna che i Carabinieri sono vigili, ma purtroppo il crimine paga.

Alla faccia delle tronchesi...




logoEV