Senigallia Bene Comune sul bilancio: "Tesoretto sì, tesoretto no"

Senigallia bene comune 26/11/2015 - Dal Consiglio comunale del 29/05/2015 il bilancio comunale usciva con un attivo di oltre sei milioni di euro. Il 30/05/2015 invece la Giunta approva un assestamento, una rettifica portando il bilancio a meno sei milioni di euro.

Oggi dopo esser stati costretti come cittadini a subire una tassazione comunale al massimo livello, ci troviamo con un nuovo assestamento di bilancio con un attivo di circa due milioni e trecento mila euro. Beh! Tutte le volte i conti erano ineccepibili ma allora i bilanci predisposti dallo Stato a che servono? Su questo ordine del giorno mi sono astenuto visto e considerato che questa Amministrazione non ha messo a disposizione del sottoscritto i documenti giustificativi delle voci di bilancio in discussione.

Ad oggi è impossibile avere contezza delle singole voci di spesa ed entrata. Senigallia Bene Comune si è astenuta dall'approvare l'assestamento di bilancio evidenziando il fatto che lo stesso non è nè intellegibile nè comprensibile. Come Consigliere ho voluto replicare all'intervento del Presidente di Commissione, Consigliere Santarelli, il quale plaudiva alla buona gestione contabile; ho replicato facendo notare che in nessuna famiglia od azienda, che non siano fallimentari, si portano a bilancio crediti relativi a prestiti fatti ad amici che sappiamo non potranno restituirli.

E' come se andassimo in banca per chiedere un mutuo e dare in garanzia crediti che già sappiamo non poter riavere; secondo voi, il prestito verrebbe concesso? Intanto le aliquote delle tasse comunali sono al massimo consentito per legge.


da Giorgio Sartini
consigliere comunale Senigallia Bene Comune

 




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-11-2015 alle 11:26 sul giornale del 27 novembre 2015 - 346 letture

In questo articolo si parla di politica, giorgio sartini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aqVd