15 anni fa moriva Mario Giacomelli: la commemorazione davanti alla sua 'officina'

mario giacomelli 25/11/2015 - Quindici anni fa Senigallia diceva addio al suo più grande fotografo, quello che ha portato il nome della spiaggia di velluto in giro per il mondo.

Il 25 novembre del 2000 moriva all'età di 75 anni Mario Giacomelli, fotografo di fama internazionale, elemento di spicco della cosiddetta scuola fotografia Misa cui aderirono anche Ferruccio Ferroni e con la supervisione del critico d'arte Giuseppe Cavalli. I suoi scatti in bianco e nero che immortalano le campagne senigalliesi ma anche le tonache dei preti sono diventate celebri in tutto il mondo.

L'ascesa di Giacomelli inizia negli anni '60 quando Elio Vittorini sceglie l'immagine Gente del sud (dalla serie Puglia) per la copertina dell'edizione inglese di Conversazione in Sicilia. Poi arrivano il Moma di New York, la Biennale di Venezia che prosegue per tutti gli anni '70. Negli anni '80 Giacomelli crea molti scatti dedicati al mare di Senigallia e della costa creando la serie Le Mie Marche. Gli anni '90 sono dedicati alla “Vita del pittore Bastari”, “Poesie in cerca d'autore” e 31 Dicembre. Giacomelli muore dopo un anno di malattia, mentre lavorava alle serie “Questo ricordo lo vorrei raccontare” e “La domenica Prima”.

Per ricordare il 15° anniversario dalla morte l’Archivio Mario Giacomelli di Senigallia, l'Archivio Fotografico di Mario Giacomelli in collaborazione con le Giornate di Fotografia e la Rete Fotografica March e che promuove “la cultura fotografica storica e contemporanea nella regione”hanno organizzato una originale iniziativa. Tramite il tam tam sui social network tutti i seguaci e gli appassionati di Giacomelli si sono incontrati a Senigallia. Per ricordare il maestro della fotografia c'e' stata la lettura di poesie e di alcuni scritti inediti provenienti dall’archivio di Senigallia. Le letture sono state affidate alla voce del regista e attore Mauro Pierfederici.


La commemorazione e' avvenuta in un luogo simbolico quanto evocativo. L'appuntamento è stato infatti per le ore 19 in via Mastai, davanti a quella che fu l'ex tipografia di Giacomelli.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-11-2015 alle 08:55 sul giornale del 26 novembre 2015 - 1656 letture

In questo articolo si parla di cultura, giulia mancinelli, mario giacomelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aqSh


Meglio non pensare a come si completa l'ultima frase: "quella che fu l'ex tipografia di Giacomelli e che oggi è ..."

E se aspettiamo un museo alla Sacelit, allora campa cavallo.




logoEV