Senigallia dice 'no' alla violenza sulle donne: Porta Lambertina arancione e tante iniziative in città

23/11/2015 - Senigallia si tinge d’arancione per la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Tante le iniziative realizzate da Comune- Assessorati alle Pari Opportunità ed alla Cultura, International Police Association (IPA), Fidapa, Amàrantos, Laboratorio CentroVoce e le associazioni, che nel territorio si occupano del contrasto alla violenza di genere, per il 25 novembre.

Il tema della violenza di genere è molto articolato e va contrastato con la cultura e la prevenzione, prima che con la legge- afferma il vicesindaco Maurizio Memè- Per questo mi auguro che, ogni giorno, sia il 25 novembre e che le donne vengano considerate parte della vita sociale e pubblica ogni giorno, con il rispetto e la giusta considerazione”.

E proprio la prevenzione è il tema centrale della campagna "Orange the world", promossa dal segretariato generale dell’Onu per dare un significato unitario alla giornata del 25 novembre, a cui ha aderito anche Senigallia. Per l’occasione Porta Lambertina e via Carducci si coloreranno di arancione. Ma non solo.

Purtroppo il tema della violenza sulle donne è sempre più attuale: il 35% delle donne subisce violenza, e di questo il 70% da parte del partner e coniuge - sottolinea l’assessore alle Pari Opportunità Ilaria Ramazzotti, ricordando che esistono numerose tipologie di violenza- pertanto, per tenere alta l’attenzione e per dire ‘basta’ alla violenza sulle donne, abbiamo deciso di dedicare, non solo 24 ore intere all’iniziativa, ma un ricco programma di appuntamenti che si concluderà il 10 dicembre con le scuole”.

La giornata del 25 novembre inizierà alle ore 16, alla Biblioteca comunale Antonelliana, con il seminario sul tema “T.S.O. – A.S.O. – Violenza domestica: modalità operative, implicazioni mediche e legali” a cura dell’ International Police Association e della Fidapa.

La donna e la famiglia più in generale sono ormai al centro di continui episodi di cronaca nera, dove la donna ed i figli sono le vittime di violenze inaudite- confermano il presidente Pasquale Manente e Laura Giacomini dell’IPA- come appartenenti alle forze di polizia riceviamo quotidianamente richieste d’interventi per violenza domestica”. “Quindi- evidenzia l’International Police Association- mercoledì presso la sala conferenze della biblioteca, con relatori estremamente referenziati ed esperti in materia (vedi locandina), vogliamo approfondire gli aspetti legati a tale tema, facendo un’analisi del problema nel nostro territorio e le risposte che le Istituzioni danno in merito”.

Occorre fare rete tra le varie parti istituzionali, per dare risposte immediate ed efficaci e non lasciare le donne, i loro figli ed in generale i soggetti più deboli in balia della violenza familiare”- concludono Manente e Giacomini con l’appoggio della presidente Fidapa Laura Amaranto, felice che tra i relatori vi siano “due donne e due medici (uno della polizia ed uno dell’ospedale), membri dell’associazione, che, ciascuna nel proprio ambito, sapranno dare utili consigli”.

Alle ore 18, all’Auditorium San Rocco, sarà proiettato il cortometraggio “Artemisia e le altre”, tratto dal reading omonimo ispirato alla vita di Artemisia Gentileschi (immagini e riprese a cura di Giulia Casagrande e Lorenzo Cicconi Massi) a cura di Amàrantos. E, a seguire, il dibattito con la dottoressa Federica Guercio sul tema “Come prevenire la violenza nelle relazioni interpersonali e familiari”.

Infine, alle ore 21, all’Auditorium San Rocco andrà in scena “Per donna sola. Voci riflessioni e poesie sulla condizione della donna oggi”, a cura del Laboratorio CentroVoce, con Beatrice Gregorini, Alessandra Chiappa, Lucia Di Pompeo, Serena Gasparini, Marina Marozzi, Fabio Petrelli, Anastasia Ramazzotti; al pianoforte Ilenia Stella, al violino Claudio Mercanti e con Antonella Vento, mentre al Teatro Nuovo Melograno andrà in scena ‘Trilogia dell’Amorte’ di Francesco Olivieri, per la regia di Catia Urbinelli, con Catia Urbinelli, Maddalena Bedetta e Daniele Vocino.

Durante tutti gli appuntamenti del 25 novembre, giornata in cui a San Rocco sarà allestita anche la mostra "Volo libero"- esposizione di 53 immagini di farfalle, metafora di una donna libera, realizzate da altrettanti artisti marchigiani e curata dalle associazioni culturali "Remel" e "Agape", verranno inoltre distribuite spille con fiocchetti arancioni, con l’invito ad indossarli in modo che ciascuno possa rendere visibile a tutti il proprio rifiuto della violenza sulle donne.

Intanto, l’Amministrazione comunale e tutte le associazioni del territorio aderenti alle iniziative per la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, invitano le donne a caricare come ‘copertina’ sulla propria pagina facebook l’immagine della campagna "Orange the world", che si concluderà il 10 dicembre prossimo.







Questo è un articolo pubblicato il 23-11-2015 alle 15:25 sul giornale del 24 novembre 2015 - 960 letture

In questo articolo si parla di attualità, senigallia, Sudani Alice Scarpini, articolo, Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aqMT





logoEV