Interruzione Volontaria della Gravidanza in Area Vasta, La Città Futura presenta una mozione

logo 2015 la città futura senigallia 21/11/2015 - Nel prossimo Consiglio Comunale, mercoledì 25 novembre, Nausicaa Fileri de La Città Futura presenterà la mozione: “Riorganizzazione del servizio IVG (Interruzione Volontaria della Gravidanza) in Area Vasta”.

La legge 194 del 1978 che regolamenta il ricorso alla interruzione volontaria di gravidanza (Ivg) ha consentito di dimezzare l'abortività volontaria, di ridurne ad un quarto la ripetizione e praticamente di azzerare le complicanze. Eppure è sotto attacco anche da parte di componenti dell'attuale governo nazionale. Il grave e irrisolto problema della obiezione di coscienza rende complicato il percorso delle donne in questa già difficile scelta. E nelle Marche la percentuale degli obiettori è anche più alta della media italiana.

La possibilità della Ivg farmacologica (medica), otre che essere meno aggressiva nei confronti delle donne, consentirebbe di coinvolgere anche i ginecologi consultoriali, dove più bassa è l'obiezione di coscienza. Ma le linee guida nazionali, assurdamente ideologiche, impongono per questo metodo un ricovero di tre giorni, mentre è da sempre previsto un day-hospital per il metodo chirurgico.

Evviva l'appropriatezza sbandierata dal ministro! Regioni come il Piemonte, l'Emilia-Romagna, la Toscana, l'Umbria e di recente il Lazio, hanno scelto linee guida regionali autonome, più corrette e rispettose delle donne. Chiediamo al sindaco di intervenire presso la regione Marche affinché anche la nostra regione segua l'esempio di regioni da sempre più sensibili ai diritti dei cittadini.

Nel pdf il testo della mozione.



...

Mozione completa...





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-11-2015 alle 12:54 sul giornale del 23 novembre 2015 - 588 letture

In questo articolo si parla di politica, senigallia, La Città Futura, interruzione volontaria di gravidanza

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aqJa





logoEV