Scontro frontale al Ciarnin, ferito il consigliere comunale Mauro Gregorini

19/11/2015 - Scontro frontale al Ciarnin. Nella notte tra mercoledì e giovedì, quando una Fiat 600 ed una Opel Zafira si sono scontrate in via Galilei a causa di un istrice, sono rimasti feriti un 38enne di Fano ed il consigliere comunale senigalliese Mauro Gregorini, capogruppo del Pd.

Era da poco passata la mezzanotte quando la Fiat 600 condotta dal 38enne, per evitare un istrice, ha invaso la corsia opposta. Proprio in quel momento, nella corsia di marcia opposta a quella del fanese, stava sopraggiungendo l’Opel Zafira del consigliere comunale. Inevitabile l’impatto.

Un attimo un istante, un fascio di luce negli occhi un grande fracasso- racconta sul suo profilo facebook dal letto dell’ospedale dove si trova ricoverato Mauro Gregorini- Tanto fumo, per fortuna di vapore. Fermo, immobile, frastornato, mi guardo intorno e sento solo parole lontane che chiedono soccorso. Forzo la portiera e non si apre, una spallata e via che si apre. Scendo mi allontano dal mio mezzo fumante e in mezzo alla strada, nella corsia opposta vedo un enorme istrice”.

Giro gli occhi e vedo persone attorno al mezzo che mi ha urtato e parlano con il conducente che risponde pochissimo- prosegue il capogruppo Pd- In lontananza sento le sirene, vedo i lampeggianti e penso a quei momenti che, per 13 anni, ho vissuto guidando le ambulanze. Purtroppo questa volta il mio ruolo non era autista ma ferito”.

Infatti il senigalliese, soccorso ed accompagnato all’ospedale di Senigallia, ha riportato una ferita alla testa. “Mi si avvicina un ragazzo molto gentile, che ringrazierò personalmente- conferma il capogruppo Pd nel suo profilo facebook- e mi dice sono qui per aiutarti. Ho visto tutto. Siediti che stai perdendo sangue”. “In quel momento-continua Gregorini- la mia attenzione e preoccupazione era rivolta al ferito del mezzo che mi aveva urtato. Non so chi sia questa persona e purtroppo non conosco le sue condizioni”.

Il 38enne fanese, rimasto ferito in maniera più grave, è stato accompagnato all’ospedale regionale di Torrette.

Gli lancio un messaggio di vicinanza- conclude il consigliere comunale di Senigallia, ringraziando anche tutte le persone che gli hanno manifestato vicinanza con messaggi e telefonate- preghiamo Dio che ci faccia rimettere il prima possibile e ci faccia ritornare con le nostre famiglie, amici e tutte le persone che ci vogliono bene. Queste persone stanno vivendo un momento triste e di angoscia”.

Sul posto, oltre i sanitari del 118 che hanno accompagnato i due conducenti feriti in ospedale, sono intervenuti i Vigili del Fuoco e la Polizia Stradale, incaricata dei rilievi.





Questo è un articolo pubblicato il 19-11-2015 alle 12:24 sul giornale del 20 novembre 2015 - 3079 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vigili del fuoco, senigallia, polizia stradale, 118, scontro frontale, Sudani Alice Scarpini, mauro gregorini, ciarnin di senigallia, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aqDC

Leggi gli altri articoli della rubrica fatti tragici


Graziano Rosponi

20 novembre, 06:58
Un istrice da queste parti??? Che sappia io ce ne sono in Sicilia, ma é la prima volta che ne viene trovato uno così a"nord". Colpa del cambiamento del clima anche questo?

Rosponi ma dove vivi?
Se giri in macchina ogni due o tre giorni ne vedi uno morto al bordo della strada......

Roberto L

20 novembre, 16:02
...sinceramente mi sembra di aver visto l'incidente del consigliere comunale verso le 20 e 10 e lui dovrebbe aver tamponato un auto che dovrebbe aver frenato all'improvviso forse per evitare un pedone, lì all'incrocio della Cesanella dove venendo da Marotta a dx poco prima c'è la pizzeria Mawari e poi si gira x il lungomare, l'ho visto in piedi a parlare, non mi sembrava così grave. Speriamo si rimetta presto.

E' interessante notare l'abissale differenza nelle notizie:

La prima versione parla di un frontale con il consigliere PD innocente (l'altro gli è andato addosso contromano).

La seconda versione, riportata anche dai quotidiani cartacei, incolpa il consigliere PD (come sempre in caso di tamponamento, anche se quello davanti "frena all'improvviso", mancata distanza di sicurezza di quello dietro) per essere andato addosso a quello davanti.

Nel primo caso il consigliere PD è una vittima, nel secondo caso è un incosciente incapace alla guida.

Che la propaganda sia contagiosa?

Mah, vai un po' a sapere....




logoEV