Ruba i soldi alla cassa del bar e li gioca alle slot, arrestato 39enne di Ostra

15/11/2015 - Un artigiano 39enne, di Ostra, è stato arrestato dai Carabinieri di Senigallia per furto all’interno di un bar.

Sabato sera, intorno alle 21:30, una pattuglia dei Carabinieri si è recata presso il Bar di piazzale Simoncelli al Vallone di Senigallia perché la titolare aveva allertato il 112 lamentando un cospicuo furto di denaro dal cassetto posizionato sotto il registratore di cassa. Ai Carabinieri giunti nel bar è stato riferito dalla titolare che qualcuno approfittando di breve lasso di tempo in cui aveva lasciato incustodita la cassa si era impossessato di 370 euro in contanti che si trovavano custoditi in un cassetto sotto il registratore di cassa.

Poiché l’esercizio è dotato di un sistema di videosorveglianza a circuito chiuso, i militari hanno chiesto alla titolare di poter visionare i filmati registrati. In questo modo hanno accertato che un avventore mentre giocava nel locale alle videoslot, approfittando che la titolare si era allontanata dalla cassa per recarsi al bagno, aveva smesso di giocare e si era recato alla cassa e con calma aveva aperto il cassetto impossessandosi delle banconote.

L’uomo ignaro di essere stato ripreso dalle telecamere, facendo finta di nulla, era rimasto nel locale ed aveva ripreso le puntate alle videoslot. Quando i Carabinieri lo hanno riconosciuto il 39enne era ancora nel locale davanti alle “macchinette”. Sottoposto a perquisizione personale sul posto, l’uomo ha negato ogni addebito dichiarando che si trattava di un equivoco perché lui non si era mai mosso da quella posizione. L’uomo è stato trovato in possesso solo di 170 euro.

Resta da considerare tuttavia che, prima dell’arrivo della pattuglia, l’uomo ha avuto il tempo per “puntare” altro denaro alle videoslot. Nonostante la mancata confessione, restano comunque le immagini immortalate dalle telecamere che individuano il 39enne come responsabile del furto. L’uomo dichiarato in stato di arresto, completate le formalità di rito, è stato accompagnato alla propria abitazione in regime di arresti domiciliari.
 


di Sara Santini
redazione@viveremarche.it






Questo è un articolo pubblicato il 15-11-2015 alle 16:48 sul giornale del 16 novembre 2015 - 2102 letture

In questo articolo si parla di cronaca, ostra, redazione, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aqsT





logoEV