Ruba un assegno all'ex moglie e tenta l’incasso, 60enne senigalliese denunciato dalla Polizia

truffa, assegno 13/11/2015 - Un disguido tecnico ‘salva’ una senigalliese dall’ex marito. Il 60enne senigalliese infatti, recatosi a casa dell’ex coniuge per passare un po’ di tempo con i figli, le ha rubato un assegno. Poi, a distanza di qualche tempo, lo ha compilato in tutte le sue parti, intestandoselo, lo ha portato in banca ed ha tentato d’incassarlo apponendovi la firma dell’ignara donna.

Il tentativo di riscossione però non è andato a buon fine. Proprio grazie ad un disguido tecnico l’uomo non ha potuto incassare la somma, svariate centinaia di euro, e la donna ha avuto modo di accorgersi del furto e sporgere denuncia presso il Commissariato di Polizia di Senigallia.

I poliziotti, che hanno avviato immediatamente gli accertamenti, anche tramite l’istituto bancario emittente, per capire chi e in quale modo si fosse potuto appropriare dell’assegno, tentandone l’incasso, hanno appurato che effettivamente il titolo era stato compilato in ogni sua parte e riportava la firma dell’ignara donna.

Allo stesso tempo la vittima, grazie alla ricostruzione dei fatti, ha capito che l’ex marito, dal quale si era separata da alcuni anni e con il quale continuava ad avere rapporti minimi legati alla cura dei figli, si era appropriato dell’assegno in occasione di uno degli incontri con i figli a casa sua e che, successivamente, aveva tentato di incassare la cifra.

Pertanto, al termine delle verifiche, la Polizia ha denunciato il 60enne senigalliese sia per il furto dell’assegno che per il tentativo di incassarne la somma, apponendovi una firma falsa.





Questo è un articolo pubblicato il 13-11-2015 alle 16:15 sul giornale del 14 novembre 2015 - 2049 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, senigallia, Sudani Alice Scarpini, articolo, truffa, assegno

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aqpB