Castelleone: approvato una “Presa d’Atto” del protocollo di intesa per il progetto di “Controllo del vicinato”

13/11/2015 - La Giunta Comunale di Castelleone di Suasa ha approvato una “Presa d’Atto” del protocollo di intesa per il progetto di “Controllo del vicinato”, proposto dalla Prefettura di Ancona a tutti i Comuni della provincia. L’accordo formalizza una collaborazione più stretta fra Polizia, Carabinieri, Polizia Locale e Cittadini per la sicurezza del territorio.

Gli stessi cittadini, che il territorio lo vivono in prima persona, svolgerebbero attività di osservazione con segnalazione di eventuali attività sospette alle Forze di Polizia direttamente o tramite uno o più coordinatori avvalendosi, nel caso, anche di supporti telematici e di gruppi WhatsApp per una immediata comunicazione. Prossimamente partirà, d’intesa con la Prefettura, una campagna di sensibilizzazione per la promozione del progetto, che porterà all’individuazione di alcuni cittadini i quali fungeranno da tramite tra la cittadinanza e le Forze di Polizia; verrà attuata con incontri pubblici per fornire informazioni su quali siano i delitti più frequenti sul territorio e le abituali modalità con cui vengono eseguiti e per dare suggerimenti su come proteggersi dalla criminalità; inoltre sarà predisposta una cartellonistica adeguata agli ingressi del paese.

Gli obiettivi del progetto, così come riportato nel protocollo d’intesa della Prefettura, sono:
- migliorare la situazione della sicurezza pubblica nel territorio;
- aumentare il controllo non solo su attività criminali ma su tutti i comportamenti antisociali, in modo tale da prevenire qualsiasi forma di degrado urbano;
-accrescere la fiducia nei confronti delle Forze di Polizia e delle Istituzioni in generale;
- favorire la partecipazione dei cittadini alla cura del proprio territorio attraverso azioni positive anche sul tema della sicurezza.

L’Amministrazione quindi non è assolutamente alla ricerca di “cittadini-sceriffi” o “cittadini-poliziotti”, ma solamente di cittadini che collaborino a segnalare movimenti sospetti alle Forze dell’Ordine, come già peraltro in parte avviene, senza che si perdano di vista i limiti a cui il normale cittadino deve attenersi. Diversi Sindaci della zona non hanno accolto positivamente questo progetto proposto dalla Prefettura di Ancona, e hanno espresso i loro dubbi anche a mezzo stampa, noi vogliano invece ricordare che in altre Regioni, come la Toscana, questo protocollo è stato attivato da tempo e, come nel nostro caso, prevede il coinvolgimento del cittadino semplicemente per una maggiore attività di segnalazione, così come in alcuni Comuni della nostra Regione; lo riteniamo uno strumento di sostegno alle istituzioni per la prevenzione dei crimini sul nostro territorio, pertanto, indipendentemente da ciò che decideranno in merito le Amministrazioni Comunali a noi più prossime, il Comune di Castelleone di Suasa firmerà il Protocollo d’intesa con il Prefetto.

Questa Amministrazione è convinta che, visto il crescente numero di reati verificatisi nel territorio del nostro Comune, sia necessario e prioritario attivarsi in tutte le modalità possibili per tutelare i cittadini Castelleonesi, pertanto, oltre alla volontà di concretizzare il progetto del “Controllo del Vicinato”, ha recentemente predisposto un piano di video-sorveglianza che nei prossimi giorni verrà sottoposto alla valutazione di una ditta per ottenerne un preventivo, con la speranza di riuscire a individuare i fondi necessari per attuarlo.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-11-2015 alle 17:35 sul giornale del 14 novembre 2015 - 506 letture

In questo articolo si parla di castelleone di suasa, politica, comune di castelleone di suasa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aqpY