Autismo e salute mentale: Volpini e Mastrovincenzo incontrano le associazioni

fabrizio volpini 12/11/2015 - Grande attenzione e forte volontà nel dare risposte concrete e servizi efficienti alle persone autistiche, a quelle affette da disagio psichico e alle loro famiglie.

E' con questo spirito che il presidente del Consiglio regionale, Antonio Mastrovincenzo, e il presidente della Commissione Sanità, Fabrizio Volpini, hanno incontrato, in due riunioni distinte, i rappresentanti delle associazioni per la salute mentale “La Rondine” di Ancona, Vallesina di Jesi e “Primavera” di Senigallia, e l'associazione Omphalos per l'integrazione e supporto nell'universo autismo di Fano. Le prime si sono fatte portavoce delle diverse criticità presenti sul territorio regionale che riguardano la salute mentale.

Tra gli interventi urgenti richiesti: il rispetto rigoroso delle procedure previste e regolarmente approvate dalla Regione in materia di TSO (Trattamento sanitario obbligatorio); continuità a iniziative di prevenzione strutturate e capillari; consolidamento dei servizi del sollievo; piena operatività dell'apposita Consulta regionale; potenziamento della struttura amministrativa regionale di riferimento per la salute mentale. Piena condivisione da parte del presidente Mastrovincenzo sull'importanza di interventi di prevenzione: “Non mancherà – ha detto - il nostro sostegno in questa direzione come stiamo già facendo, ad esempio, per quanto riguarda la costituzione della figura dello psicologo di base. Altro impegno concreto sarà sollecitare il direttore dell'Asur e il dirigente del Servizio Salute in materia di TSO, Consulta regionale e Piani d'azione, come pure riguardo al potenziamento della struttura amministrativa. Valuteremo, infine, la fattibilità di istituire un Garante per la salute mentale, come suggerito dalle associazioni”.

“In qualità di presidente della Commissione Sanità – ha detto Volpini – è mia intenzione affrontare la questione salute mentale in un'apposita seduta aperta alla partecipazione di una rappresentanza dei familiari, con l'auspicio che possa essere il preludio alla realizzazione di azioni concrete”. I rappresentanti dell'Associazione Omphalos - Rete per l'Individuo e l'Integrazione, hanno insistito sulla necessità di reintegrare i fondi previsti per le strutture diurne, residenziali e di sollievo, attraverso l'emissione dei relativi bandi ed hanno inoltre evidenziato la carenza normativa nelle Marche – per un verso prima ed unica regione in Italia a dotarsi di una legge sull'autismo - in merito all'autorizzazione e accreditamento delle strutture e dei servizi socio-sanitari in relazione all'autismo, “non esplicitamente prevista da nessuna attuale direttiva”, per questo hanno richiesto “un intervento deciso nei confronti della dirigenza regionale a mettere mano alla regolamentazione per l'avvio dei servizi previsti”.

“Seguiremo con attenzione – hanno affermato Mastrovincenzo e Volpini – il processo di finanziamento sulla legge sull'autismo”, mentre lo stesso Volpini ha già inserito nel calendario delle sedute della Commissione Sanità l'audizione dell'associazione tra quelle relative alla Pdl per le autorizzazioni e l'accreditamento istituzionale delle strutture e dei servizi sanitari, socio-sanitari pubblici e privati”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-11-2015 alle 15:12 sul giornale del 13 novembre 2015 - 778 letture

In questo articolo si parla di politica, marche, Assemblea legislativa delle Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aqmh