Corinaldo: prende a martellate il nonno e lo riduce in fin di vita. Fermato

11/11/2015 - Colpisce più volte il nonno con un martello in preda ad un raptus di follia e lo riduce in fin di vita. E ' successo stamattina presto a Corinaldo.

Mattia Morganti, 30 anni, si è recato a casa del nonno in via del Crocefissetto, nella zona del Campo sportivo, e al culmine di una lite ha aggredito il nonno, colpendolo ripetutamente con un martello.

 La vittima, ricoverata in gravissime condizioni all'ospedale di Torrette, e' Giuseppe Manoni di 74 anni. Mattia, da tempo alle prese con problemi psichici e per questo in cura al dipartimento di salute mentale, e' stato arrestato.

Subito dopo aver aggredito il nonno, Mattia si è infatti recato in caserma dai Carabinieri per confessare l'accaduto. Sul posto sono poi subito accorsi i carabinieri, che conducono le indagini, e il 118. Constatata la gravità delle condizioni della vittima, Manoni e' stato trasferito in eliambulanza a Torrette.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti Mattia, disoccupato, si sarebbe recato a casa del nonno per chiedere soldi. Al rifiuto del nonno il ragazzo avrebbe dato in scandescenza colpendolo prima con un martello alla testa e poi anche con un coltello alla scapola.

Manoni è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico. Le sue condizioni, seppure gravi, sono stazionarie. Mattia, difeso dall'avvocato Stefano Mengucci, avrebbe ammesso le sue responsabilità durante l'interrogatorio avuto con il pm Irene Bilotta. Per lui l'ipotesi di reato è di tentato omicidio aggravato.





Questo è un articolo pubblicato il 11-11-2015 alle 10:10 sul giornale del 12 novembre 2015 - 11402 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia mancinelli, corinaldo, eliambulanza, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aqiv





logoEV