Danza al Teatro la Fenice, sabato Spellbound Contemporary Ballet nei Carmina Burana

10/11/2015 - Tornano gli appuntamenti con la danza proposti dall’AMAT al Teatro la Fenice nel cartellone realizzato con il Comune in collaborazione con la Compagnia della Rancia e il sostegno di MiBACT e Regione Marche. Quattro i titoli proposti fra novembre e aprile, in una carrellata che va dal balletto contemporaneo a quello classico, dalle tendenze più attuali fino alle espressioni più atletiche fantasiose e acrobatiche della danza internazionale.

Il primo dei quattro appuntamenti è sabato 14 novembre con Spellbound Contemporary Ballet nei Carmina Burana ispirati al capolavoro di Carl Orff e coreografati da Mauro Astolfi. Integrano le musiche del neoclassico Orff brani di Vivaldi e del contemporaneo Sasha Karlic. In scena i danzatori Maria Cossu, Mario Laterza, Giuliana Mele, Claudia Mezzolla, Giovanni La Rocca, Cosmo Sancilio, Yadira Rodriguez Fernandez, Violeta Wulff Mena, Fabio Cavallo. Le luci sono di Marco Policastro, le scene di Stefano Mazzola, i costumi di Sandro Ferrone.

In occasione della data i danzatori di Spellbound (dalle 15 alle 17 in teatro) offrono una masterclass gratuita agli allievi delle scuole di danza cittadine.

Curioso magma di scurrilità plebea e raffinatezza cortigiana, i Carmina Burana rievocano le atmosfere cupe e passionali del medioevo. E ispirano ad Astolfi una coreografia non filologica, giocata tra 'larghi' e 'sfrenatezze' in  un crescendo liberatorio che culmina nella postribolo della taberna. «Due i simboli chiave di questo balletto – scrive Astolfi nella nota di presentazione – calati in un'atmosfera inquietantemente metafisica sono un grande armadio (visto, si direbbe, con gli occhi dell'infanzia che tutto colorano di mistero) e una tavola. Il primo (in cui i corpi dei ballerini si vanno quasi a riporre come abiti frusti), luogo di memorie, di segreti di 'scheletri' ipocritamente celati; la seconda, altare sacrificale della terrena voluptas, imbandita di corpi esibiti come cibarie tentatrici (Gola e Lussuria, vizi capitali figli della medesima cova)»

Spellbound Contemporary Ballet nasce nel 1994, al rientro di Mauro Astolfi da una lunga permanenza artistica negli Stati Uniti. Progettualità artistica e visione dinamica, insieme all'eccellenza degli interpreti e alla versatilità del linguaggio, hanno fatto applaudire la compagnia in molti festival internazionali, rassegne, programmi televisivi e avvicinando al palcoscenico, con seminari e workshop, moltissimi giovani danzatori e semplici curiosi.

Biglietti: in vendita al Teatro la Fenice nei giorno di rappresentazione dalle 18 (oppure il venerdì e il sabato dalle 17 alle 20) a  euro 25 per il primo settore, euro 20  per il secondo e euro 12 quelli di terzo. Riduzioni – rispettivamente a 20, 15 e 10 euro a seconda del settore - sono applicate agli abbonati alla stagione teatrale, a under 25 e over 65, gruppi, a soci Coop, a soci Touring e agli  iscritti alle scuole di danza.

Informazioni: AMAT 071 2072439 – 071 2075880 www.amatmarche.net, Teatro La Fenice 071/1930842 e 335/1776042, Call Center dello spettacolo delle Marche 071 21 33 800.  Inizio spettacoli ore 21.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-11-2015 alle 16:44 sul giornale del 11 novembre 2015 - 677 letture

In questo articolo si parla di danza, teatro la fenice, senigallia, spettacoli, amat marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aqgj





logoEV