Staff del sindaco, Ceresoni accetta di far parte dell’organismo di supporto per l’attuazione del programma di mandato

08/11/2015 - Simone Ceresoni, dopo un approfondito confronto con l’esecutivo de La Città Futura, dal quale sono venuti sostegno e incoraggiamento, ha accettato di far parte dell’organismo di supporto al Sindaco per l’attuazione del programma di mandato.

Ceresoni è, per competenza, esperienza e sensibilità politica, una risorsa fondamentale per La Città Futura di Senigallia, formazione politica della quale è stato tra i fondatori sei anni fa. Al tempo stesso la sua lunga, ricca ed efficace esperienza amministrativa ne fanno una risorsa importante per la nostra città. Rifiutare l’incarico sarebbe stato forse più semplice, ma sarebbe stata anche una grave mancanza di generosità politica, cosa che non è nella natura e nella storia de La Città Futura e tantomeno di Simone Ceresoni.

Un “Organismo di supporto per l’attuazione del programma di mandato del Sindaco” (per la prima volta usato a Senigallia) è realtà completamente nuova e l’incarico a farne parte è cosa assolutamente diversa dal ruolo di Assessore e Consigliere comunale. Ovvio che andrà sperimentato e verificato strada facendo, ma crediamo che l’apporto di Ceresoni possa essere fondamentale soprattutto per quanto concerne il contratto di fiume e le aree urbanistiche strategiche e in degrado: la crisi economica e l'incuria nella manutenzione dell'asse fluviale stanno determinando una lunga fase di emergenza per cui saranno necessarie conoscenze e disponibilità aggiuntive alla normale composizione della Giunta.

Per capire meglio prospettive e natura dell’incarico possiamo rifarci ad alcuni passi di quanto esposto da Ceresoni stesso in occasione dell’esecutivo de La Città Futura:

“Come già dichiarato al termine del mandato scorso, che ho chiuso con entusiasmo e grande soddisfazione, e dopo le elezioni regionali della primavera, confermo che non intendevo, né tutt’ora intendo, rientrare in seno all’Amministrazione Comunale con ruoli da Assessore comunale o pseudo tale. Inoltre credo che sia giusto mantenere il principio della “biodegradabilità”, del ricambio e dell’innovazione nelle rappresentanze istituzionali. Tengo anche a precisare che ho riorganizzato la mia vita professionale, familiare e personale in modo non più sostenibile con questi incarichi a tempo pieno in ambito istituzionale e non intendo cambiare per il presente.

Ribadisco inoltre che il mio alveo politico è: a livello locale quello della Città Futura (senza dubbio alcuno), a livello nazionale quello di un nuovo Soggetto politico di Sinistra Ambientalista unitario e pluralista. La mia presenza entro l’organismo con funzioni di supporto va interpretata in piena sintonia con l’agire e il pensiero collettivo de La Città Futura .

Mi potrò occupare di questioni delegate direttamente dal Sindaco in modo esplicito riguardo: politiche di governo del territorio, contratto di fiume e assetto di progetto, politiche culturali e rapporti con enti di ricerca e università.

Il ruolo di cui parliamo non avrà poteri decisionali in merito a procedimenti amministrativi, né permessi retribuiti dal lavoro, né un emolumento economico.”

E’ dunque un incarico e un riconoscimento che, tramite Simone Ceresoni, e in sintonia col suo pensiero, consideriamo de La Città Futura tutta, a nostra volta non faremo mancare ogni supporto possibile al suo lavoro.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-11-2015 alle 01:20 sul giornale del 09 novembre 2015 - 796 letture

In questo articolo si parla di simone ceresoni, politica, La Città Futura

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aqa9


A proposito dell'organismo tecnico-politico che il Sindaco, quasi vantandosene, ha istituito per supportare l'esecutivo ad attuare il programma di mandato, devo ammettere come cittadina che si tratta di un atto estremamente deludente e preoccupante, soprattutto in questo periodo così critico in molti settori.Forse il Sindaco si è reso conto di essersi circondato di amministratori con scarse conoscenze e competenze in parecchi settori( urbanistica,bilancio, turismo, cultura...). Non credo che basti uno staff di volontari a sopperire tutte le carenze. Buon lavoro Sindaco e auguri, ne ha bisogno.

Luigi Alberto Weiss

09 novembre, 07:53
Avevamo capito, nonostante il linguaggio decisamente INVOLUTO di questa nota di Città Futura. La concretezza non fa parte della politica odierna: meglio rifugiarsi dietro fumosità e contorte considerazioni per spiegare un'operazione francamente senza senso. Questi organismi "tecnici" dimostrano chiaramente che la giunta è debole e operativamente in difficoltà.

Ricordando che, a causa dei cambiamoenti climatici in atto, andremo incontro ad estati sempre piu' torride mi auguro s'impegni a rimettere un po' dei tanti alberi rimossi (lungomare, lungofiume, piazza Garibaldi, parcheggi zona asur....).




logoEV