Ostra: Storoni sulla casa di riposo, ''dalla minoranza una narrazione faziosa''

andrea storoni 08/11/2015 - La storia è maestra di vita ma non per tutti. In questi giorni, in cui attraverso diverse iniziative, l'Amministrazione e la cittadinanza ricordano i tragici avvenimenti della Prima Guerra Mondiale, non abbiamo mai visto la partecipazione dei consiglieri di minoranza.

Male, molto male. La storia ci insegna che i conflitti creano solo macerie, infatti sulla vicenda: dimissioni dei consiglieri ancora in carica alla Casa di riposo stanno ricamando una narrazione faziosa volta solo a distruggere. In sede di conferenza dei capigruppo il giorno 26 ottobre ci eravamo lasciati con la promessa di scrivere a quattro mani una lettera da inoltrare alla Fondazione dove condividere la richiesta di dimissioni.

All'indomani del Consiglio Comunale, dove più volte è stata ribadita questa disponibilità dal Sindaco, c'è stato un volta faccia e un arretramento da parte del gruppo di minoranza. Quella lettera è comunque stata scritta il 29 come promesso e non c'è stato nessun tentativo di screditare la minoranza riguardo al mancato rispetto della parola data perché non sarebbe neanche la prima volta che capita. Non comprendendo a pieno l'intento del comunicato del gruppo Progetto Ostra se dovesse essere quello di andare a nuove elezioni, proponiamo, se il capogruppo reputa di essere come l'araba fenice che risorge dalle proprie ceneri, di ricandidarsi nuovamente alla prossima tornata elettorale tra 3 anni e mezzo.

Se dobbiamo delle scuse sono rivolte ai cittadini che immeritatamente devono assistere a questi siparietti e perché spesso invece di incensarci con gli articoli sui giornali per quel che facciamo ci tiriamo su le maniche e lavoriamo anche per recuperare a precedenti mancanze. Continuiamo tuttavia ad essere disponibili a costruire insieme l'uscita da questa vicenda e dalle prossime come sempre, perché non crediamo si possa fare diversamente.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-11-2015 alle 17:36 sul giornale del 09 novembre 2015 - 563 letture

In questo articolo si parla di comune di ostra, politica, ostra, casa di riposo, andrea storoni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aqbG


Marco Lanari

09 novembre, 09:42
Caro Andrea, rnsono rammaricato per il tenore del Tuo comunicato, che anziché essere una mera replica all’articolo di risposta del “Gruppo Progetto Ostra”, ha fuso in sé la Commemorazione dei Caduti del IV novembre, le vicende politiche strictu sensu e la circostanza -non vera- che il gruppo consiliare di minoranza non abbia partecipato alle manifestazioni del 04 novembre 2015.rnCon il presente “commento” non intendo replicare alla vicenda politica, che dovrà, semmai, essere oggetto di replica condivisa con gli altri consiglieri di minoranza, bensì vorrei smentire la Tua asserzione relativa al fatto che “non abbiamo visto la partecipazione dei consiglieri di minoranza [alle manifestazioni del 4 novembre]”.rnMi rincresce, infatti, evidenziarti che la minoranza era presente con due dei suoi consiglieri, uno dei quali (il sottoscritto) ha partecipato alla celebrazione della s. Messa nella Basilica di Santa Croce, al successivo corteo, per poi rendere onore ai Caduti presso l’omonimo monumento, e quindi congedarsi in Piazza dei Martiri.rnMarco Lanari

PROGETTO OSTRA

09 novembre, 11:14
Pur capendo che in momenti di grossa difficoltà e di isolamento, come quelli che sta vivendo il nostro Sindaco, si senta la necessità di difendersi con ogni mezzo, non possiamo certo permettere che il dott. Storoni ci attacchi con informazioni false. rnForse ieri il Sindaco era troppo preso dalla rabbia da non accorgersi che al corteo per la deposizione della corona di alloro al monumento ai caduti erano presenti i consiglieri di minoranza Federica Fanesi e Marco Lanari, i quali hanno poi visitato la mostra alla Sala delle Lance. rnDiffondere false notizie per mettere in cattiva luce gli avversari non fa certo bene al clima già teso che si respira ad Ostra per le note vicende, né al dibattito democratico. rnChiediamo una immediata smentita al Sindaco Storoni, che deve sì delle scuse alla popolazione di Ostra, ma per le sue bugie. rnA proposito della casa di riposo vorremmo far presente al Sindaco che non è lui che nomina i consiglieri della Casa di Riposo ma il Consiglio Comunale. Per questo qualsiasi atto firmato solo da lui o eventualmente dai capogruppo non avrebbe alcuna efficacia né valore, del pari alla fantomatica missiva del 29 settembre che non abbiamo trovato nel protocollo comunale. Caro Sindaco tentare di recuperare la sua credibilità perduta denigrando l'opposizione non è una soluzione, meglio farebbe a chiedere scusa a noi ed ai cittadini per la sua condotta e per quanto avvenuto all'ultimo consiglio. rnSiamo sempre disponibili a partecipare ad un nuovo Consiglio Comunale da Lei convocato per approvare, senza se e senza ma, gli stessi punti all'ordine del giorno, che avevamo proposto e porre fine allo scandalo della Casa di Riposo.




logoEV