Baby squillo in strada: l'on. Brignone, 'Serve subito una legge'

prostituta 08/11/2015 - Che il fenomeno della prostituzione a Senigallia sia riemerso ormai da qualche tempo lo si sapeva ma adesso ad essere coinvolte sono anche ragazzine, a volte anche minori.

A denunciare un episosio accaduto qualche sera fa è l'onorevole Beatrice Brignone, di Possibile, che percorrendo la statale all'altezza della Marcianella di Montemarciano, ha notato una ragazzina sl ciglio della strada. In uno dei tratti maggiormente frequentati dalle prostitute.

"Rientrando a casa sulla statale poco prima della Marcianella, sul ciglio della strada due prostitute -scrive l'on. Brignone sul suo profilo Facebook- Una di queste aveva tutta l'aria di essere una bambina, era una bambina. Che fumava, per sembrare più grande. Mi sono paralizzata dall'orrore. Ho chiamato i carabinieri, che immediatamente hanno mandato una pattuglia, ma non può bastare. La rabbia, lo schifo, il senso di orrore e impotenza è totale e devastante. E odio, odio puro per tutti i pedofili che fanno di lei un pezzo di carne".

Da sempre, nonostante se ne parli, il Parlamento italiano non riesce a fomulare una legge che metta fine allo sfruttamento della prostituzione. Ad oggi infatti la contrattazione di prestazioni sessuoli non è reato ma sanzionabile solo con multe.





Questo è un articolo pubblicato il 08-11-2015 alle 09:43 sul giornale del 09 novembre 2015 - 2355 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia mancinelli, prostituta, sesso, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aqbc


Francostars

08 novembre, 16:04
Commento sconsigliato, leggilo comunque

tex53 Utente Vip

09 novembre, 08:35
concordo pienamente con Francostars soprattutto a Senigallia sembra sia diventato il problema N.1, bene vuol dire che tutto il resto funziona a meraviglia...