Ostra: caos casa di riposo. Il Pd chiede le dimissioni del CdA

partito democratico 06/11/2015 - Nell’ultimo Consiglio comunale c’è stato un dibattito serrato tra consiglieri di maggioranza e di minoranza riguardo le vicende che coinvolgono il Consiglio di amministrazione della Casa di Riposo.

Nel prendere atto delle dimissioni del revisore dei conti, del consigliere di minoranza e di un consigliere di maggioranza e della situazione di incomunicabilità che si è instaurata tra l’attuale presidenza e l’Ente Comune, tutti i componenti di maggioranza e di minoranza, anche se con modalità diverse, hanno convenuto sulla necessità che i rimanenti consiglieri della Casa di riposo diano le proprie dimissioni. Anche noi, del Circolo PD di Ostra, prendiamo atto dei contrasti fra i consiglieri della Casa di riposo e del clima di sfiducia fra quelli ancora in carica e l’Amministrazione comunale.

Per questo motivo, ci sembra opportuno che tutti i restanti Consiglieri, ancora in carica, diano le proprie dimissioni, in sintonia con quanto deciso dall’Amministrazione comunale. Un Consiglio d’amministrazione, quasi dimezzato, che vuole restare ostinatamente in carica, nonostante che il Consiglio comunale, che lo ha nominato, ne chieda le dimissioni, non può sentirsi legittimato nella propria azione amministrativa. Ci auguriamo che i nuovi Consiglieri, rinominati dal Consiglio comunale, recuperino quel clima di serenità e di collaborazione, fra loro e con il Comune, indispensabile per risolvere al meglio le questioni che riguardano il presente e il futuro della Casa di riposo. La quale non è un patrimonio di alcuni, ma di tutta la comunità ostrense.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-11-2015 alle 19:03 sul giornale del 07 novembre 2015 - 748 letture

In questo articolo si parla di politica, ostra, Partito Democratico Ostra

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ap97