Una Senigallia spazzata dalla bora nell’ultimo romanzo di Luciana Quattrini

05/11/2015 - Un cacciatore trovato morto all’alba e una pista che sembra seguire gli intrecci tra malavita organizzata e traffico illecito di rifiuti. Questa la trama de ‘Il rumore dell’inverno’, ultimo romanzo della giallista senigalliese Luciana Quattrini che verrà presentato Sabato pomeriggio alle 18 alla Sala del Trono, in piazza del Duca a Senigallia.

Con lei Leonardo Marcheselli che leggerà anche alcune pagine dedicate al commissario Rodi, protagonista dei romanzi dell’autrice. In questo, uscito per i tipi della Venturaedizioni, l’indagine porta lontano il nostro commissario, che rischia in prima persona. Gli interrogativi si accumulano, così come i protagonisti di questo giallo: chi era veramente la vittima, Renzo Paladini, sciupafemmine, che si permette di perdere al gioco senza intaccare il suo conto corrente? E il vecchio Alfredo Sarti, che l’ha trovato senza vita, che segreto nasconde?

Poi, Soledad e Vanessa, in fuga da un passato di miseria che continua a minacciare la loro vita e quella di Rubens, il figlio di Vanessa. Senigallia è avvolta dalla nebbia, spazzata dalla bora che raggela la riviera. L’inverno incombe e spinge verso l’intimità della casa. La concitazione della stagione estiva è ormai lontana. La spiaggia è deserta, battuta dalle mareggiate. Luciana Quattrini vive e lavora a Senigallia. Ha pubblicato con Prospettiva Editrice di Civitavecchia altri due gialli: La disciplina del mare (2010) e Adriatico-gli occhi del Puma (2012).

Ha scelto di ambientare le sue storie a Senigallia, la sua città, dipingendo le debolezze e i vizi degli uomini con una sorta di complice ironia, riconoscendo negli altri i suoi stessi caratteri.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-11-2015 alle 21:07 sul giornale del 06 novembre 2015 - 583 letture

In questo articolo si parla di cultura

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ap74