Max Fanelli: si aggravano le condizioni di salute. A Mattarella, 'Non riprendo le cure'

max fanelli 05/11/2015 - Si moltiplicano le iniziative che dureranno per tutti i sabato e domenica di novembre, a sostegno della campagna per una legge sul fine vita, lanciata dal movimento #iostoconmax .

In centinaia di piazze italiane la petizione lanciata dal movimento Possibile di Giuseppe Civati e coordinato dall'onorevole Beatrice Brignone di Senigallia raccoglieranno le firme e spiegheranno le ragioni dell'azione. Il 14 e 15 novembre anche l'associazione Luca Coscioni si unirà alla mobilitazione con dei banchetti in molte piazze italiane.

Intanto le mie condizioni fisiche peggiorano, con alcuni sintomi nuovi od amplificati come la paralisi momentanea della palpebra e dell'occhio destro, unica funzione muscolare ancora attiva del mio corpo, oppure altri sintomi di carattere neurologico.

Se possa dipendere dalla sospensione dei farmaci é impossibile certificarlo. Sono piccole cose per un fisico normale, ma per me è tutto ciò che mi resta. Non riprenderò comunque la terapia, per i motivi che ho spiegato nella mia risposta alla lettera del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella di seguito in pdf.

Max Fanelli



...

...





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-11-2015 alle 20:54 sul giornale del 06 novembre 2015 - 1030 letture

In questo articolo si parla di attualità, senigallia, eutanasia, Massimo Fanelli, Io sto con Max-Sì all'eutanasia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ap7V


Caro Max, fa' quello che ti dice il tuo cuore.
Continueremo a lottare per te.

Ogni persone, capace di intendere e volere, deve avere il diritto di disporre la propria vita come crede in caso di malattia grave.
L'ipocrisia di questa casta di delinquenti che si nasconde dietro una presunta morale nel caso mentre ruba quotidianamente i diritti dei cittadini compresi di quelli gravemente disabili è vomitevole.




logoEV