Stop ai fumi ma Sapori di Brace non molla: 'Siamo aperti e vi aspettiamo con tanti aperitivi'

30/10/2015 - Lo hanno costretto a rinunciare alla brace, fondamentale per la sua attività, ma lui non molla e continua la sua attività. Un locale, in regola con tutte le autorizzazioni e i permessi, che ha però dovuto fare i conti con i rapporti... di vicinato.

Da alcuni giorni con una ordinanza comunale al locale è stato vietato di accendere la brace. Un divieto che proseguirà fino a quanto non verrà installata una canna fumaria esterna al locale. E questo per non "infastidire" i condomini dell'edificio di via Armellini che hanno chiesto l'intervento dell'ASur lamentando "forti odori di carne". "A parte il fatto che nessuno dell'Asur è mai venuto a verificare sul posto, nell'ordinanza si parla genericamente di forti odori di carne, ma cosa vuol dire di preciso? -osserva il titolare Vito Giotta- E' dal maggio scorso che voglio montare la canna fumaria esterna ma i condomini mi hanno sempre negato l'accesso per il sopralluogo tecnico e poi ora si lamentano. Siamo riusciti ad entrare nel condominio, finalmente, solo ieri. Io la canna fumaria la volevo installare a prescindere, e se non mi avessero ostacolato non saremmo arrivati a questo punto. Ora che abbiamo potuto fare il sopralluogo, finalmente possiamo installare la canna fumaria".

Anche se lo stopo forzato all'accensione della brace sembra in via di risoluzione, per Sapori di Brace resta la rabbia per il danno comunque provocato ad una attività, bene avviata e di nuova apertura. "Nonostante stiano tentando di distruggermi il sogno di una vita, io non mollo! -aggiunge il titolare- Da cittadino onesto ho ottenuto tutti i permessi per la mia attività e non mi fermero' a causa di un teatrino messo in piedi da qualcuno che in futuro certamente ne risponderà. In attesa di ripartire a pieno regime, SAPORI DI BRACE continuerà ad offrire con tutta la cortesia di cui siamo capaci, salumi, formaggi, stuzzichini vari e vini tipici e ringrazia gli amici e i cittadini che ci stanno supportando con stima ed affetto".
 







Questo è un articolo pubblicato il 30-10-2015 alle 18:30 sul giornale del 31 ottobre 2015 - 2510 letture

In questo articolo si parla di giulia mancinelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/apRm


Angelo Diamantini

31 ottobre, 16:21
Ma se l'immobile è in un condominio, non doveva essere richiesta preventivamente l'autorizzazione alla istallazione della canna fumaria?
E se è stata chiesta quale era stata la decisione dell'assemblea condominiale? (queste domande giusto per capire un po' di più la dinamica della questione)




logoEV