Le slot machine e le Marche, due facce della stessa medaglia

31/10/2015 - l primo semestre del 2015 è stato molto positivo per l'industria del gambling, meglio conosciuto con il termine di gioco d'azzardo legale. Un aumento del 27% rispetto allo stesso periodo del 2014, con una crescita, a livello di spesa netta, ossia la differenza tra il volume delle giocate e quello delle vincite, di circa 130 milioni di euro.

A spopolare sono soprattutto le slot machine e le video lottery, ma sta crescendo sempre più il mondo dell'online, grazie alla creazione di applicazioni utilizzabili con smartphone, Iphone e tablet. E proprio nel mondo della rete, le slot machine si sono affermate come uno dei giochi gratuiti preferiti dagli amanti del gambling, davanti alla roulette, al video poker e al blackjack.. E' assolutamente importante dite che esse sono apprezzate, seppur con qualche lieve differenza di percentuale, da tutte le fasce di età e da tutte le generazioni. La slot machine preferita è la Book of Ra Deluxe, seguita dalla Trasures of Troy e dalla Lucky Lady's Charm.

Andando a sbirciare classifiche. dati e statistiche, si nota come la regione con maggiore spesa procapite annua è l'Abruzzo, con 1429 euro, seguita dalla Lombardia, con 1407 euro, e dal Lazio, con 1362 euro. Leggendo la top ten, si può trovare, con una spesa di 1000 euro, il nome delle Marche, territorio abitato da una popolazione che, per tradizione, ama le emozioni forti e l'adrenalina. Secondo un indagine compiuta nel territorio marchigiano, a spopolare in questa terra è la roulette. Questo successo è dovuto alle creazione di piattaforme online di gambling, come Unibet, Eurobet, Betclic, Wiliam Hill, Paddy Power, 32Red e IzyPlay, che stanno facendo registrare dati molto positivi e ne hanno fatto riscoprire il fascino. A fare da contraltare però vi è la crisi del poker. Infatti, stando a quanto dichiarato dagli intervistati, vi è un calo nell'interesse, dovuto soprattutto alla richiesta di un'eccelsa preparazione per potervi giocare e ad una minore attenzione da parte dei media, che era stata uno dei motivi del boom degli anni passati.

Un settore che rappresenta il 4% del PIL e il 10% della spesa per consumi privati non può che essere preso sul serio e considerato come un vero e proprio fattore trainante dell'economia. Il fascino di tentare la fortuna e di sfidare la sorte e un qualcosa che colpisce, rapisce e che appassiona sempre più persone. Il rischio è sempre rappresentato dal gioco d'azzardo illegale che, in Italia, dilaga su internet e costituisce un giro d'affari di ben 23 miliardi. Ed è per questo che è sempre più necessaria una regolamentazione chiara e dettagliata. Perché giocare è bello se lo si fa in maniera sicura e responsabile.





Questo è un articolo pubblicato il 31-10-2015 alle 17:56 sul giornale del 31 ottobre 2015 - 611 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/apUy


Ahahahahahah si on-line con programmi che vinci 10 quando spendi 50 IL GIOCO D'azzardo È UNA MALATTIA CREATA DALLO STATO X ILLUDERE CHI NON ARRIVA A FINE MESE